Un uomo di 41 anni, originario di Dulmen (Germania) si è presentato alla cassa di una tabaccheria con una banconota da 30 euro.

Se ti stai chiedendo “da quand’è che sono state introdotte in questo taglio“?

Loading...

La risposta naturalmente è “mai“. Si trattava chiaramente di una banconota falsa, ma la cosa particolare è che, non solo l’uomo è riuscito a pagarci un pacchetto di sigarette, ma addirittura ha ricevuto il resto esatto!

La cassiera, probabilmente distratta da altro, ha letteralmente dato per scontato che fosse un taglio legittimo, senza accorgersi del clamoroso falso.

Solo dopo qualche ora si è accorta che su quella banconota non poteva essere in alcun modo autentica:

sull’angolo in alto c’era infatti stampata l’impossibile cifra “30” euro.

A quel punto ha avvertito la polizia che ha fatto scattare le indagini.

Dopo aver letto la notizia sui giornali locali, il 41enne ha deciso di presentarsi spontaneamente riferendo di aver trovato per strada il biglietto da 30 euro e, nonostante avesse capito fosse una banconota falsa, l’avrebbe riposta nel portafogli per mostrarla alla moglie.

L’avrebbe ritirata fuori qualche giorno più tardi, senza accorgersene, porgendola alla cassiera per pagare il pacchetto di sigarette.

Il suo racconto non ha però convinto gli agenti che hanno deciso di denunciarlo.

La banconota da 30 euro è stata sequestrata e acquisita come prova

Come fare per riconoscere una banconota falsa?

Beh il consiglio principale che si legge sul sito ufficiale della BCE, si basa su tre punti: toccare, guardare, muovere.

Attraverso il tatto si possono riconoscere benissimo sul lato destro e sinistro alcuni trattini in rilievo.

Attraverso il tatto è possibile “sentire” in rilievo anche il valore della moneta, le iscrizioni e l’immagine principale.

Un secondo metodo molto efficace è mettere la banconota controluce e vedere se si notano il valore l’Europa e l’immagine principale.

Se sono visibili, allora vuol dire che è autentica.

La terza ed ultima prova da fare è muovere la banconota: l’ologramma riportato sul lato anteriore riporta infatti il simbolo dell’euro che è incorniciato da alcune strisce iridescenti.

Stessa cosa anche sull’altro lato:

la cifra riportata nell’angolo in basso a sinistra, quando viene mossa, mostra infatti un effetto di luce che sembra muoversi in maniera verticale.

Il colore passa dal verde al blu scuro.

Se si verificano questi tre fattori contemporaneamente, allora è una banconota originale al 100%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *