Svolta nel caso della scomparsa di Maddie McCann, secondo la polizia tedesca sarebbe stata uccisa:

il presunto assassino arrestato in Italia nel 2018.

Loading...

La polizia tedesca pensa che Christian Brueckner, 43 anni, che sta scontando una pena detentiva di sette anni.

Abbia rapito e ucciso Maddie McCann dopo che i registri telefonici lo hanno collocato vicino alla scena del rapimento della piccola, avvenuto 13 anni fa.

Questa l’ultima clamorosa novità che arriva dal cold case della bambina inglese scomparsa da un hotel in Portogallo.

Il presunto assassino della bimba è in carcere per aver violentato una donna americana di 72 anni in Portogallo nel 2005.

Avrebbe precedenti penali specifici per abusi sui minori.

Il caso Maddie McCann: sarebbe stata uccisa, gli indizi contro il presunto pedofilo

Il cittadino tedesco – all’epoca dei fatti – viveva sulla costa dell’Algarve.

Le celle telefoniche mostrano che aveva ricevuto una telefonata di 30 minuti a Praia da Luz circa un’ora prima della scomparsa della piccola Maddie McCann.

Cautela dagli inquirenti inglesi, poiché Scotland Yard considera ancora il caso un’indagine sulla persona scomparsa perché non vi sono “prove definitive se Madeleine sia viva o morta”.

Meno cautela invece dalla Germania, dove Hans Christian Wolters, un portavoce della procura di Braunschweig, ha affermato che l’uomo è indagato “perché sospettato omicidio”, aggiungendo:

“Stiamo presumendo che la ragazza sia morta.

Stiamo parlando di un predatore sessuale che è già stato condannato per crimini contro bambine e sta già scontando una lunga condanna”.

Il quotidiano tedesco Braunschweiger Zeitung ha riferito che il sospetto, che è stato inizialmente identificato come Christian B. dai media locali.

A causa delle rigide norme del paese sulla denominazione dei criminali, è stato condannato per stupro dal tribunale distrettuale di Braunschweig nel dicembre dello scorso anno.

Der Spiegel ha riferito che starebbe scontando una pena detentiva a Kiel, essendo stato inizialmente estradato dal Portogallo nel 2017 e condannato per traffico di droga.

La scomparsa di Maddie McCann ha dato vita a una delle ricerche di persona scomparsa più note nella storia.

Ieri, la polizia britannica ha comunicato due utenze telefoniche legate al presunto assassino.

L’assassino di Maddie arrestato in Italia nel 2018

In queste ore, emerge intanto un dettaglio: l’uomo accusato dell’omicidio di Maddie McCann sarebbe passato anche per l’Italia.

Già condannato 17 volte, anche per pedopornografia e pedofilia, Christian Brueckner era stato arrestato proprio nel nostro Paese.

L’arresto era avvenuto a Milano, nei pressi del consolato tedesco dal Nucleo investigativo.

Il tutto su mandato di arresto internazionale emesso dal Tribunale di Flensburg del 19 settembre 2018.

L’arresto risale ad appena 9 giorni dopo, il 28 settembre 2018.

L’uomo oggi accusato del macabro assassinio della piccola doveva scontare 6 anni e 10 mesi per traffico di droga.

Inoltre, ha da scontare una condanna per violenza sessuale, avvenuta in Portogallo.

La sua vittima era una donna americana, una turista di 72 anni.

Christian Brueckner, secondo le testimonianze, sarebbe stato accusato dell’omicidio di Maddie McCann, confessato a un amico in preda ai fumi dell’alcol.

Dopo il suo arresto a Milano, per lui scattò l’estradizione.

Fonte 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *