• Ven. Apr 16th, 2021

Voto Maturità 2020: come è calcolato.

Giu 16, 2020

Come funziona il voto di Maturità 2020 ora che sono cambiate le cose?

Ancora non si hanno notizie certe dal Miur ma ecco quello che sappiamo su valutazione, punti bonus e lode.

Esame Maturità 2020: come verrà calcolato il voto e come funzionano bonus e lode

Tra le diverse domande che si pongono i maturandi quest’anno c’è sicuramente quella del voto di Maturità 2020.

Come verrà calcolato? E in che modo si attribuisce il bonus di 5 punti o la lode?

Con i cambiamenti apportati all’Esame di Stato e l’abolizione delle prove scritte, anche la modalità di attribuzione del voto è diversa.

Fino ad adesso si sanno poche cose certe ma, in attesa di conferme dal Miur, vediamo insieme cosa si sa fino ad oggi e quali sono le ipotesi sul tavolo del Ministero.

Voto Maturità 2020: come si calcola ora che è cambiato tutto?

L’orale di Maturità 2020 inizialmente a giugno, precisamente il 17 giugno, così come programmato a settembre.

Oltre a questo cambiamento, c’è quello che riguarda i parametri di assegnazione del voto di Maturità, che comunque ricordiamo sarà in centesimi:

60 voto minimo per la promozione e 100 e lode voto massimo.

Quanto valgono i crediti e quanto l’orale?

In mancanza delle prove scritte, il Miur ha cercato di capire come riformulare il punteggio così da equilibrare bene tutti i fattori di valutazione che i commissari avranno a disposizione.

Un punto di partenza è questo: il colloquio orale non può coprire tutti punti assegnati all’esame di Maturità, cioè 60, perché è un mezzo troppo limitato per avere un peso così grosso sulla valutazione.

Per questo si è deciso di invertire i punteggi tra peso crediti ed esame: i crediti valgono 60 punti e l’orale 40.

Tuttavia, non sappiamo ancora come verranno convertiti i crediti (lo sapremo settimana prossima).

Questa la prima ipotesi:

12 il primo anno del triennio

13 il secondo anno del triennio

35 per l’ultimo anno

Fino all’anno scorso, i commissari potevano decidere di dare fino a 5 punti bonus agli studenti particolarmente meritevoli.

Che però non riuscivano ad ottenere un voto altissimo con la somma dei punti delle prove e dei crediti.

Stessa cosa per la lode, assegnata agli studenti particolarmente meritevoli, arrivati a fine percorso maturità con il massimo dei voti e dei punteggi alle prove.

Cambierà qualcosa quest’anno?

La lode rimane, i punti bonus anche ma non si sa ancora se rimarranno 5 come sempre o saranno un po’ di più per bilanciare i punteggi rimasti scoperti con la mancanza degli scritti.

fonte