• Ven. Lug 1st, 2022

Doodles news

Sito web del gruppo LIFELIVE E.S.P.J

Sai perché febbraio ha solo 28 giorni?

Febbraio è il mese più corto dell’anno, ma vi siete mai chiesti cosa fa sì che questo mese abbia meno giorni degli altri mesi?

È arrivato il mese di febbraio, il più corto dell’anno, sicuramente crescendo ti hanno semplicemente detto che febbraio aveva solo 28 giorni e non ti sei mai chiesto il perché.

Alcuni pensano che febbraio avesse 29 giorni prima e che Cesare Augusto gli avesse rubato un giorno per aggiungerlo al mese in suo onore: agosto.

Ma questo è un mito, in realtà febbraio ha 28 giorni perché, per i romani, il mese era un ripensamento.

Nell’VIII secolo a.C., usavano il calendario di Romolo, un calendario di 10 mesi che iniziava l’anno a marzo (con l’equinozio di primavera) e terminava a dicembre. Gennaio e febbraio non esistevano nemmeno:

Martius:  31 giorni
Aprilius:  30 giorni
Maius:  31 giorni
Junius:  30 giorni
Quintilis:  31 giorni
Sextilis:  30 giorni
Septembris:  30 giorni
Octobris:  31 giorni
Novembris:  30 giorni
Decembris:  30 giorni

Somma quei numeri e vedrai il problema? l’anno ha solo 304 giorni.

A quei tempi l’inverno era un periodo senza nome o un mese a cui pochissimi davano importanza. (Gli agricoltori usavano il calendario come guida. Per loro l’inverno era inutile e non valeva la pena di contare.)

Quindi per 61 giorni all’anno i romani potrebbero essersi chiesto: che mese è questo ?? e la risposta corretta sarebbe “Nessuno”.

Il Re Numa Pompilio pensava che fosse stupido.

Perché avere un calendario se hai intenzione di ignorare un sesto dell’anno?

Quindi nel 731 a.C. ha allineato il calendario con i 12 cicli lunari di un anno, un arco di 355 giorni e introdotto gennaio e febbraio.

I mesi sono stati aggiunti alla fine del calendario, rendendo febbraio l’ultimo giorno dell’anno.

Ma un calendario romano non può essere completato senza un po ‘di superstizione aggiunta.

I romani pensavano che i numeri pari potessero essere sfortunati, quindi Numa cercò di rendere dispari ogni giorno.

Ma per raggiungere la quota di 355 giorni, un mese doveva essere pari.

Febbraio probabilmente si è concluso con un giorno in meno essendo l’ultimo della lista. Il calendario di Numa finì per assomigliare a questo.

Martius:  31 giorni
Aprilius:  29 giorni
Maius:  31 giorni
Iunius:  29 giorni
Quintilis:  31 giorni
Sextilis:  29 giorni
Settembre:  29 giorni
Ottobre:  31 giorni
Novembre:  29 giorni
Dicembre:  29 giorni
Ianuarius:  29 giorni
Februarius:  28 giorni

Un programma di 355 giorni si è rivelato complicato.

Dopo diversi anni, le stagioni ei mesi non erano sincronizzati.

Quindi, per tenere le cose in ordine, i romani inserivano un mese bisestile chiamato Mercedonio.

I romani cancellarono gli ultimi giorni di febbraio e iniziarono il mese bisestile il 24 febbraio.

Ciò ha causato molto fastidio. Il mese bisestile fu incoerente, principalmente perché i sommi sacerdoti romani ne determinarono l’arrivo.

Non solo hanno inserito Mercedonio a caso, ma i sacerdoti (essendo politici) hanno abusato del loro potere, usandolo per estendere i termini dei loro amici e abbreviare quelli dei loro nemici.

Al tempo di Giulio Cesare, il popolo romano non aveva idea di che giorno fosse.

Così Cesare rimosse il mese bisestile e riformò il calendario.

(Affinché Roma tornasse sulla rotta corretta, l’anno 46 aC doveva durare 445 giorni)

Cesare allineava il calendario con il sole e aggiunse alcuni giorni per fare un totale di 365.