• Mar. Apr 13th, 2021

“Questo non è mio figlio”, la drammatica storia di una madre che aveva appena partorito…

Lug 10, 2020

“Questo non è mio figlio”, la drammatica storia di una madre che aveva appena partorito…

Vika ha sposato Arkady recentemente, non sono ancora passati due anni.

E in questi due anni, tutti si sono rivolti la stessa domanda “da ex compagni di scuola a fidanzati”.

In effetti, la ragazza provinciale si innamorò di Arkasha.

All’inizio non sapeva che possedeva azioni e fabbriche.

Si sono incontrati in una corsa mattutina nel parco.

L’uomo si rivelò un piacevole conversatore, ed era piacevole per entrambi correre insieme.

In qualche modo tutto filò liscio e si è concluse con un matrimonio.

Accompagnato dagli sguardi di invidia delle persone.

Ma alla ragazza non importava niente di tutto questo.

Si sentiva amata.

Presto Vika rimase incinta.

All’ecografia, il dottore annunciò ai genitori felici che stavano aspettando un figlio.

Erano entrambi al settimo cielo.

Con il tempo, nacque un bimbo robusto, che si chiamò Paul in onore del padre di Arkashin.

Quando la donna fu dimessa, il figlio fu consegnato nelle mani di suo padre e i giovani genitori tornarono a casa.

A casa, Vika, prese il bambino tra le braccia, improvvisamente gridò:

“Questo non è mio figlio! Dov’è mio figlio? Questo non è mio figlio!”

Arkady pensò che sua moglie aveva una depressione postpartum, chiamò un medico che fece una cura sedativa alla donna.

Ma il giorno dopo, Vika continuava a dire la stessa cosa, rifiutandosi di dare da mangiare a suo figlio.

Arkady voleva mandare sua moglie in una clinica psichiatrica affinchè la curassero, ma ben presto ricevette i risultati dei test fatti.

Il bimbo non aveva una scarsa coagulabilità nel sangue, che nel cento per cento dei casi viene trasmessa da padre in figlio.

Un test del DNA ha confermato l’istinto della madre – il bambino non era loro.

Ma allora dov’è il loro figlio?

Arkady collegava tutti quelli che poteva.

E una terribile verità gli apparve:

il suo braccio destro, Gennady Sorokin, era d’accordo con un’infermiera per bambini, che scambiava i bimbi in cambio di un compenso.

E Sorokin prese il loro bambino per impossessarsi di tutti i beni di Arkady.

Il bambino è stato restituito alla madre.

Vika sembrava emergere dalla palude della disperazione che la risucchiava.

Ora aveva il suo bimbò con sè.

Ma per quanto riguarda l’altro bambino hanno deciso che dove c’è un bambino, ce ne possono stare anche due. 

E due figli sono una doppia felicità.