Ostia, rom offre bimbo in cambio di denaro: i bagnanti lo fanno arrestare

L’allarme lanciato dai bagnanti.

Loading...

Il piccolo di due anni, sotto shock e disidratato, veniva “venduto” per prestazioni sessuali

Ostia, offre a turisti bimbo in cambio di soldi: 23enne arrestato

Passeggiava in spiaggia mano nella mano con un bambino di due anni.

Si è fermato di fronte a un turista nei pressi del lido Mariposa, sul lungomare Amerigo Vespucci, e gli ha offerto il bambino:

una prestazione sessuale con il piccolo di due anni in cambio di denaro.

Il turista, oltre a rifiutare, ha subito chiamato il 117 e lanciato l’allarme:

“c’è un uomo che tenta di vendere un bambino, va verso il lido del Finanziere”, a meno di quattrocento metri di distanza.

E’ intervenuta immediatamente una pattuglia dei Baschi verdi, che si è messa alla ricerca dell’uomo con il bambino:

trovato, in pochi minuti, l’adulto, un 23enne romeno, ha lasciato il bambino, “affidandolo” a una passante che aveva assistito all’offerta di “vendita” del bambino, ed è fuggito nel tentativo di evitare il fermo.

Bloccato quasi subito, dopo un inseguimento di 200 metri, il 23enne ha fatto resistenza e aggredito i finanzieri intervenuti.

L’uomo è stato arrestato e condotto nel carcere di Regina Coeli.

Dovrà rispondere di sfruttamento della prostituzione minorile e aggressione e oltraggio a pubblico ufficiale.

Sono in corso accertamenti per risalire all’identità del bambino di due anni:

il piccolo, sotto shock e disidratato, non ha dato nessuna informazione.

I militari credono che sia molto probabile che il piccolo sia di etnia rom.

Il bambino è stato portato all’ospedale Grassi di Ostia per le cure del caso.

Sono in corso, da parte dei finanzieri, ulteriori accertamenti per cercare di identificarlo.

Poi sarà nominato un tutore da parte del tribunale di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *