«La neonata è morta»: si mette a piangere mentre scavano la fossa per seppellirla, corsa in ospedale. Ma è troppo tardi

Una neonata era stata data per morta dal personale medico, tuttavia poco prima della sepoltura i parenti hanno constatato che la piccola era viva.

Loading...

L’increscio episodio secondo quanto raccontato dal quotidiano The Times of India è avvenuto in un villaggio a Gogunda, in Rayastán.

La madre della bambina era stata trasportata allora d’urgenza in un presidio di eccellenza di primo soccorso sanitario, il centro Padavali Kal. Lì, aveva dato alla luce la piccola che, però, una volta nata, non piangeva né dava altri segni di vita.

La nonna della piccola ha raccontato che l’infermiera di turno ha consegnato alla famiglia la neonata, coperta da un sacchetto di plastica, affermando che era morta.

Senza verificare questa informazione, il padre e altri amici vicini alla famiglia hanno organizzato la sepoltura della neonata.

Tuttavia, mentre stavano scavando, hanno sentito il pianto della creatura e immediatamente sono tornati al centro ospedaliero dove la bambina era nata.

I medici hanno inviato sul luogo della sepoltura un’ambulanza per trasferire la piccola in un ospedale distrettuale.

Le sue condizioni già precarie sono degenerate e è morta prima dell’arrivo del soccorso, che ha impiegato un’ora e mezza per arrivare.

I parenti della vittima accusano il personale di negligenza, mentre dall’ospedale sostengono che nessun professionista ha dichiarato ufficialmente la morte della neonata.

Sstenendo invece che la bambina è stata portata via dall’ospedale senza l’autorizzazione del personale.

Al momento sono in corso le indagini per appurare la dinamica e le responsabilità del triste episodio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *