• Gio. Mag 30th, 2024

Doodles news

Sito web del gruppo LIFELIVE E.S.P.J

Germania aumento focolaio: rischio nuovo lockdown

In Germania è già diventato «il disastro della Tönnies».

Sono saliti a 1.330 i contagiati da Covid-19 nel più grande mattatoio d’Europa, a Guetersloh, nel Land tedesco del Nord Reno-Vestfalia.

L’infezione si allarga di ora in ora, man mano che giungono i risultati dei tamponi completati ieri sui circa 6500 addetti della Tönnies, l’azienda proprietaria dell’impianto.

Mancano ancora gli esiti di circa 2 mila prelievi.

Coronavirus, paura in Germania dopo i nuovi contagi nel mattatoio. Merkel: «Non è finita»

L’impianto è chiuso dall’inizio della settimana appena trascorsa, così come le scuole e i nidi dell’intera circoscrizione di Guetersloh.

I dipendenti e il management sono stati tutti messi in quarantena stretta.

Di più, poiché molte famiglie vivono in una precisa area della città di Verl, non lontano dalla fabbrica, è stata creata anche una zona rossa, nella quale vivono circa 670 persone.

Da giovedì anche la Bundeswehr, l’esercito federale, è stata mobilitata.

La situazione è molto tesa.

Si temono anche disordini e proteste sociali, se chiusure e misure restrittive dovessero essere rimesse in vigore, prospettiva per nulla esclusa.

Ieri mattina il ministro-presidente del Land, Armin Laschet, ha fatto una visita a Guetersloh per incontrare il comitato d’emergenza che sta gestendo la crisi e valutare da vicino la gravità della situazione.

Laschet, che è anche uno dei tre candidati alla guida della Cdu per la successione ad Angela Merkel, ha messo in guardia dal rischio di una nuova ondata della pandemia e non ha escluso di ripristinare il lock down nell’intero Stato federale.

Il ministro della Sanità del Nord Reno-Vestfalia ha intanto disposto test obbligatori per l’intero settore della lavorazione delle carni, che occupa circa 20 mila addetti e viene considerato particolarmente a rischio.

Pensi che sia solo un normale garage, ma aspetta di vedere il suo interno!Consigli e Trucchi

Il caso della Tönnies ha portato in primo piano una gravissima realtà sanitaria e sociale, legata all’industria della carne in Germania.