Era il compenso per cancellare una multa a un odontoiatra

Una mazzetta da 15.000 euro chiesta al titolare di uno studio odontoiatrico, come compenso per evitare una multa o una segnalazione.

Con questa accusa sono finiti in manette due carabinieri del Nas

Loading...

-un maresciallo e un appuntato- in servizio a Firenze, oltre a una terza persona che secondo le prime informazioni avrebbe fatto da intermediario.

I fatti sono accaduti a Lastra a Signa (Firenze).

Sono stati gli stessi uomini dell’Arma, una volta raccolta la denuncia, a seguire le indagini.

Concussione il reato ipotizzato.

Secondo le poche informazioni che trapelano sul caso, sarebbe stato proprio il titolare dello studio odontoiatrico ad avvisare i carabinieri della compagnia di Signa delle richieste illecite.

I militari, coordinati dal pm Fedele Laterza, non hanno perso tempo e hanno verificato la segnalazione, facendo scattare l’arresto in flagranza.

I due si trovano ora nel carcere di Sollicciano in attesa della convalida.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *