Falso allarme bomba su un volo Ryanair, arrestate due persone

Partito da Cracovia, l’aereo era diretto a Dublino, ma era poi stato deviato su Londra

Loading...

LONDRA .

Due uomini, di 26 e 47 anni, sono stati arrestati dalla polizia britannica per procurato allarme in seguito a un’allerta

– rivelatasi infondata –

generata a bordo di un aereo della Ryanair in volo ieri fra Cracovia, in Polonia, e Dublino, in Irlanda.

Il velivolo aveva deviato nel tardo pomeriggio verso lo scalo di Londra Stansted, sotto scorta, dopo il ritrovamento in una toilette di un bigliettino in cui si evocava la presenza di esplosivo a bordo.

Ma le ricerche degli investigatori non hanno condotto al ritrovamento di alcun ordigno o sostanza pericolosa.

«Non abbiamo rinvenuto nulla di sospetto», ha confermato oggi un portavoce della Essex Police, che ha giurisdizione nell’area di Stansted, ufficializzando il fermo di due passeggeri.

“Il capitano ha seguito le procedure e ha continuato all’aeroporto di Oslo, dove l’aereo è atterrato in sicurezza. I clienti sono rimasti a bordo mentre le autorità hanno effettuato una ricerca di sicurezza “, ha aggiunto.

“Un aereo Ryanair ha ricevuto una minaccia di bomba mentre era in volo. L’aereo è atterrato in sicurezza sulla pista. La situazione non è chiara . Siamo sul sito con grandi forze ”, hanno pubblicato.

Il volo Ryanair FR 1392 è ​​atterrato all’aeroporto di Gardermoen alle 12:25 ora locale, una portavoce di Avinor, la compagnia pubblica norvegese all’aeroporto, ha confermato in un’intervista telefonica. Avinor è stato informato della situazione alle 11:50, ha detto.

Le autorità hanno spiegato di aver già evacuato l’aereo, in cui non ci sono più passeggeri.

“L’aereo sarà ora esaminato dalla truppa di risposta alle emergenze e dal gruppo di bombe”, hanno riferito.

Le forze armate della vicina Danimarca hanno riferito di aver collaborato all’incidente spiegando due aerei F-16.

Il volo è arrivato dall’aeroporto di Stansted a Londra , come confermato dalle autorità danesi sul loro account Twitter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *