Faceva divertire i bimbi malati in ospedale: morto per Coronavirus Potato the Clown.

È morto Potato the Clown. Il Coronavirus in Brasile non risparmia neanche chi ha passato la sua vita ad allietare, con un sorriso, la vita in ospedale dei bambini.

Loading...

Leandro Maduro Costa, questo il suo nome all’anagrafe, era molto famoso a Rio de Janeiro per le attività di volontariato al servizio dei bambini ammalati nell’ospedale cittadino.

“Potato the Clown” è morto a soli 44 anni a causa del Coronavirus.

Secondo quanto riportato dal ‘The Guardian’, l’infezione dovrebbe averla contratta mentre si trovava in una delle tante corsie di ospedale per divertire i bimbi malati e strappare loro un sorriso.

È morto Potato the Clown

A darne notizia è stato l’amico di Leandro Maduro Costa, Felipe Alves Guimaraes.

“È stato straziante.

Lo scorso 11 maggio hanno partecipato alla cerimonia di sepoltura solo pochi parenti a causa delle norme anti-Covid.

Non ho potuto salutarlo come lui stesso avrebbe voluto né chiedere a Dio di dargli il benvenuto tra le sue braccia”.

I primi sintomi dell’infezione da Coronavirus, che ha colpito Potato the Clown, sono comparsi il 4 maggio: tosse e febbre alta.

Ma sembrava essere sulla via della guarigione.

Lo scorso 7 maggio, su Facebook, ha pubblicato un post per ringraziare coloro che gli erano stati vicini con le loro preghiere.

Il giorno dopo, però, le sue condizioni sono peggiorate anche a causa del diabete.

“Aveva le labbra viola, non voleva andare in ospedale ma l’abbiamo costretto” è il racconto della moglie.

E proprio la sua compagna di vita ricordata ‘Potato the Clown’ raccontando come il suo amato era nato con un vero e proprio dono: “Far sorridere gli altri, era davvero speciale!”.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *