Niccolò ha pubblicato una foto ha scritto: ”Forza papà, torna presto”.

Il post commovente è stato molto apprezzato sui social: tutti fanno il tifo per Zanardi

Loading...

”Forza papà, ti aspetto, torna presto”. Niccolò Zanardi, il figlio 22enne del campione rimasto coinvolto nel gravissimo incidente di venerdì scorso in provincia di Siena, ha affidato a Instagram i suoi pensieri e le sue speranze.

Niccolò è l’unico figlio di Alex Zanardi e Daniela Manni ed è nato nel 1998, due anni dopo il matrimonio di Alex e Daniela.

E’ un ragazzo schivo, non appare molto sui social, il suo profilo Instagram è di fatti rimasto inattivo per quasi cinque anni.

Oggi però Niccolò è tornato a postare, naturalmente ha pubblicato una foto del papà, una bellissima immagine, si vede Alex sorridente, come si è sempre mostrato in pubblico.

Poi l’ha commentata così: “Forza papà ti aspetto, torna presto” seguita da due cuoricini.

Subito dopo una pioggia di commenti di incoraggiamento e vicinanza: “Siamo tutti con voi”.

”Tuo padre ce la farà” scrivono gli utenti con commozione e partecipazione.

Un legame viscerale quello tra padre e figlio, che ha già superato dolori e sfide quasi impossibili.

Quando Alex perse entrambe le gambe, dopo l’incidente di Lausitzring, era il 2001 e Niccolò aveva soltanto tre anni: al momento dell’amputazione degli arti inferiori, fu proprio il papà a raccontargli che la sua vita sarebbe cambiata per sempre.

Il pilota nel corso di un’intervista, svelò la reazione del piccolo a quella notizia:

”Percepiva le protesi come qualcosa che mi rendeva speciale”.

E in fondo aveva pienamente ragione: suo padre è davvero una persona speciale.

La speranza di mamma Anna

Di solito un grande uomo ha sempre al suo fianco una grande donna. Nel caso di Alex sono due: la moglie Daniela e la mamma.

Sono naturalmente attimi di grande preoccupazione per la signora Anna, che da Castel Maggiore, sta seguendo gli aggiornamenti sulle condizioni di salute del figlio: “Vorrei solo non pensare più a niente, addormentarmi in un sonno sereno, senza brutti sogni, senza incubi.

E vorrei risvegliarmi solamente quando si risveglierà Alessandro dal suo sonno”, ha spiegato la donna a Il Resto del Carlino.

Un tragico dejavù ripensando al tragico incidente di Alex nel 2001, mamma Anna è dunque ripiombata nella paura e nel dolore per il figlio: “Il telefono squilla in continuazione, tutti mi chiedono, ho visto filmati, uno particolarmente bello devo proprio riconoscerlo, che mi ha davvero colpito.

Filmati che le televisioni nazionali e non solo stanno dedicando a mio figlio e sono commossa da quanta attenzione, da quanto affetto ci sia attorno ad Alex.

Però adesso, in questa dolorosa attesa, voglio cercare solo il silenzio.

Non voglio dire altro, non me la sento, non è il momento per dire nulla”.

Una condizione difficile che sta condividendo con l’Italia intera.

Le condizioni di Alex

A quattro giorni dall’incidente le condizioni di Zanardi sono stabili:

secondo l’ultimo bollettino resta in coma farmacologico e il decorso clinico, anche durante la notte tra lunedì e martedì, è stato regolare.

Il quadro neurologico resta invariato nella sua gravità: ”Il paziente rimane sedato, intubato e ventilato meccanicamente.

Eventuali riduzioni della sedo-analgesia, per la valutazione dello stato neurologico, verranno prese in considerazione a partire dalla prossima settimana.

La prognosi rimane riservata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *