40 persone sono finite in quarantena nel cagliaritano.

Dopo essere entrate in contatto con un uomo di 60 anni risultato positivo al Covid-19, arrivato da Reggio Emilia.

Loading...

L’uomo, ospite di un hotel in provincia di Cagliari, è ora ricoverato all’ospedale Santissima Trinità.

L’ospedale Santissima Trinità di Cagliari

La notizia è stata confermata dal direttore del nosocomio, Sergio Marracini.

Il sessantenne si è recato in Sardegna per motivi di lavoro:

dopo poche ore, ha accusato sintomi riconducibili al Coronavirus.

Ha quindi informato i medici, che l’hanno quindi sottoposto a tampone.

L’uomo è stato ricoverato per tenere tenere sotto controllo il suo quadro clinico.

Successivamente, le autorità sanitarie hanno  deciso di monitorare e tenere isolate in quarantena tutte le persone che ha incontrato negli ultimi giorni.

Tutte le persone venute a contatto con lui, circa una quarantina, sono state messe in quarantena in attesa dei test.

La notizia è stata confermata all’ANSA dal direttore del Santissima Trinità, Sergio Marracini.

Il paziente, da quanto si apprende, non è grave e non è ricoverato in terapia intensiva.

È arrivato in Sardegna due giorni fa per motivi di lavoro e, dopo qualche ora, ha accusato i sintomi riconducibbili al Covid-19. Ha subito informato i medici, e sottoposto al tampone è risultato positivo.

È stato ricoverato perché il suo quadro clinico è da tenere sotto controllo.

“Questa è la conferma che il presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas ha ragione – commenta Marracini – chi arriva in Sardegna deve avere una attestazione di negatività al coronavirus, una certificazione sanitaria sul suo stato di salute”.

Fonte ANSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *