Coronavirus Lombardia, Galli: “A Milano siamo al limite della saturazione”

Così il virologo dell’Ospedale Sacco: “Sto cercando di occuparmi di tutti i pazienti che ho qui. Mi pare una tragico dejà vu. Lo temevo già da agosto, speravo di sbagliarmi e invece”.

Loading...

Oggi in regione 2.419 casi

A Milano “la situazione si sta facendo molto allarmante, al limite della saturazione; ci sono forti criticità anche altrove.

Abbiamo assoluto bisogno di far funzionare le indicazioni del decreto del governo”.

Intervistato da Repubblica, Massimo Galli, virologo dell’ospedale Sacco del capoluogo lombardo, ha parlato dell’emergenza sanitaria.

“Sto cercando di occuparmi di tutti i pazienti che ho qui. Mi pare una tragico dejà vu. Lo temevo già da agosto, speravo di sbagliarmi e invece”, ha aggiunto.

Due pubblici ministeri delle Procura di Milano e un rappresentante della polizia giudiziaria sono risultati positivi al Coronavirus.

“Le nuove misure non saranno drammatiche”, ha nel frattempo annunciato il governatore lombardo Attilio Fontana dopo l’incontro con i sindaci e il Prefetto di Milano.

In Lombardia 2.419 nuovi contagi

In Lombardia sono 2.419 i nuovi positivi al Coronavirus a fronte di 30.587 tamponi effettuati, per una percentuale che dal 6.3% di ieri sale al 7,9%.

Più della metà dei nuovi casi si sono registrati a Milano, dove ci sono 1.319 nuovi contagi, di cui 604 a Milano città, mentre ieri erano 1.053.

I nuovi decessi sono sette per un totale complessivo di 17.044 morti in regione dall’inizio della pandemia.

Sono in calo i posti occupati in terapia in terapia intensiva, meno uno, in totale 71, mentre crescono i posti letto occupati negli altri reparti, più 108, in totale 834.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *