Il governo cinese ha messo in quarantena 56 milioni per impedire ulteriori trasmissioni.

Nonostante ciò, da allora il numero di persone infette nel paese è passato da 894 a 1.400. Ora 7700

Il ministro della National Health Commission of China, Ma Xiaowei, ha dichiarato che il virus può essere trasmesso prima che compaiano i sintomi, il che spiega la nascita di nuovi casi.

Secondo il ministro, l’incubazione 2019-nCoV varia tra 10 e 14 giorni.

Ciò significa che, durante questo periodo, le persone infette non hanno sintomi o addirittura sanno di essere portatrici del virus.

Il coronavirus, tuttavia, può già essere trasmesso in questa fase iniziale.

Queste nuove informazioni potrebbero richiedere ai governi e alle agenzie sanitarie di  adottare nuove strategie per combattere l’epidemia.

Il ministro Ma Xiaowei ha anche annunciato un divieto nazionale sulla vendita di animali selvatici in mercati, ristoranti e persino piattaforme online. Questo perché i primi casi 2019-nCoV erano direttamente collegati a un mercato di Wuhan, in Cina, che vendeva questi animali.

(Fonte: Center for Systems Science and Engineering / Disclosure)

Finora, 2019-nCoV si è già diffuso in diversi paesi come Australia, Hong Kong, Giappone, Stati Uniti, Francia … E l’elenco potrebbe continuare.

La novità è che, attualmente, è già possibile effettuare un monitoraggio più accurato con questa mappa online .

In tempo reale, mostra tutti i luoghi in cui sono stati registrati i casi di coronavirus, il numero di decessi, infetti e pazienti che sono riusciti a guarire.

Secondo l’ultimo aggiornamento, 170 pazienti sono deceduti, 7700 persone sono state infettate e 59 sono guarite completamente.

La maggior parte dei casi è concentrata nella Cina continentale, un’area attualmente gestita dalla Repubblica popolare cinese.

Tuttavia, il virus ha raggiunto 49 paesi finora – senza casi confermati registrati in Brasile.

Segui Doodles anche su Facebook 👈👈👈👈