Può capitare spesso che gli effetti ottici sfavorevoli finiscano per rovinare una fotografia che eravamo convinti fosse venuta benissimo.

D’altronde è così: se certe angolazioni ci regalano qualcosa facendoci sorridere, alcune altre invece fanno l’esatto opposto.

Sembra ormai che molte persone conducano dei veri e propri studi per cercare di individuare le migliori pose e angolazioni per migliorare il modo in cui si appare in foto.

Loading...

Questo fenomeno è sicuramente il frutto della moda (che talvolta assume i connotati di una vera propria ossessione) dei selfie da condividere con gli amici sui social network.

Ma il caso di questa ragazza è davvero particolare ed esula da quanto scritto poco sopra, perché purtroppo per lei non stiamo parlando di un’illusione.

La giovane si chiama Isa-Bella Leclair ed è una ragazza che purtroppo soffre di una condizione davvero terribile, nota con il nome di sindrome di Parkes Weber.

Una malformazione vascolare congenita molto simile alla sindrome angio-osteoipertrofica, sebbene presenti rispetto a quest’ultima numerose differenze.

Le caratteristiche sono malformazioni dei capillari, del sistema linfatico e della cute.

Una condizione molto seria e che comporta gravi rischi per la salute di chi ne è colpito.

Sebbene si tratti di una patologia piuttosto rara, il numero di persone che ne soffrono è in costante aumento purtroppo.

Isa-Bella è stata colpita alla gamba destra da questa condizione, come si può ben vedere nelle sue foto.

Per farsi un’idea di quanto sia difficile muoversi in queste condizioni, basta tenere presente che all’epoca in cui la ragazza entrò al college, la sua gamba pesava già circa 20 chili!

Ciononostante lei stessa ha deciso di non nascondersi.

La sua forte determinazione e tenacia ha fatto si che la malattia non la gettasse in uno stato di perenne sconforto.

Un comportamento ed uno spirito davvero ammirabile e che non è facile riscontrare al giorno d’oggi.

Nonostante la sua condizione le provochi non poco disagio a livello sociale, la 19enne ha deciso di mostrarsi al mondo per ispirare coraggio in chi, come lei, ne soffre.

Oggi la giovane vive con la sua famiglia a New Brunswick, in Canada, ma continua a lottare contro il suo problema e soprattutto, lottare per mostrare a chi ne soffre che si può vivere una vita piena anche così.

Un esempio perfetto di come si dovrebbero affrontare le difficoltà cui andiamo inevitabilmente incontro nel corso della nostra esistenza e che dovrebbe essere fonte di ispirazione per moltissimi altri giovani di tutto il mondo.

VIDEO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *