• Gio. Mag 30th, 2024

Doodles news

Sito web del gruppo LIFELIVE E.S.P.J

Cina, a Wuhan vietato per cinque anni il consumo di animali selvatici.

“E’ il riconoscimento dei rischi del coronavirus”

La città di Wuhan ha vietato la caccia e il consumo di carne di animali selvatici per cinque anni.

Lo ha comunicato, via social network, l’amministrazione della città della Cina da cui si è diffusa l’epidemia di Covid-19.

La notizia è stata diffusa dai media statali cinesi e il bando riguarda anche il commercio illegale di animali selvatici.

Le nuove norme, che entrano in vigore da oggi, renderanno anche più difficile ottenere la licenza per chiunque voglia allevare, cacciare o vendere animali selvatici.

All’indomani dello scoppio dell’epidemia a Wuhan, il governo cinese aveva emesso un bando temporaneo al commercio illegale di fauna selvatica.

Venduta nel mercato Huanan di Wuhan, dove si sono registrati alcuni dei primi casi di persone affette da polmonite anomala.

Diversi esemplari di fauna selvatica erano stati indicati come possibili intermediari per la trasmissione all’uomo del coronavirus del Covid-19.

I “wet market” asiatici, l’inferno degli animali