• Gio. Dic 1st, 2022

Doodles news

Sito web del gruppo LIFELIVE E.S.P.J

Violenta scossa di terremoto Magnitudo 6.1:

Violenta scossa di terremoto Magnitudo 6.1:

Terremoto, forte scossa in Turchia di magnitudo 6.1 nel nord-ovest del Paese: almeno 35 feriti, panico ed edifici danneggiati

L’epicentro a circa 230 km da Istanbul. Sono almeno 22 le persone ferite, una in modo grave dopo essersi gettata da un edificio in preda al panico

Una forte scossa di terremoto di magnitudo 6.1 è stata registrata alle 4:08 ora locale (le 2:08 in Italia) nel nord-ovest della Turchia. Secondo i dati dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) italiano e del servizio di monitoraggio geologico statunitense Usgs, il sisma ha avuto ipocentro a meno di 10 chilometri di profondità ed epicentro a 15 km da Duzce, a circa 230 km da Istanbul e 240 da Ankara.

Il ministro della Sanità Fahrettin Koca ha twittato che 22 persone sono rimaste ferite, una gravemente dopo essersi gettata da un edificio in preda al panico. Più tardi il bilancio è stato aggiornato a 35, si sono registrate scene di panico e diversi edifici sono stati danneggiati.

Le autorità turche hanno dichiarato che l’epicentro del sisma è stato il distretto di Golyaka, nella provincia di Duzce, ma è stato avvertito anche a Istanbul.

Le prime immagini hanno mostrato persone coperte dalle coperte fuori dalle loro case durante le prime ore del mattino.

In un messaggio su Twitter, il ministro dell’Interno turco Suleyman Soylu ha affermato che “nessuna segnalazione in merito alla perdita di vite umane è arrivata ai servizi di emergenza”. Anche Faruk Ozlu, il sindaco di Duzce, la città più vicina all’epicentro della scossa, ha confermato alla tv turca che al momento non si registrano vittime.

“È stata una scossa potente, l’abbiamo avvertita tutti – ha spiegato Ozlu all’emittente Ntv -. I residenti della provincia si sono precipitati all’aperto. Le forniture di elettricità sono saltate ovunque. Al momento, secondo le nostre informazioni, non ci sono stati morti. Altre conseguenze sono in fase di valutazione”.