Il fotografo Steve Shipley ha viaggiato nel North Yorkshire con la speranza di avvistare il giovane uccello nel suo habitat naturale.

Sfortunatamente, l’aspetto “naturale” della scena è stato rovinato dal fatto che l’animale aveva i suoi artigli aggrovigliati attorno ad una mascherina usa e getta; un oggetto che è stato comunemente utilizzato dagli esseri umani a seguito dell’epidemia di coronavirus.

Loading...

I funzionari sanitari hanno chiesto alle persone di indossare mascherine per aiutare a prevenire la diffusione della malattia e le coperture sono diventate obbligatorie in molti spazi pubblici.

Mentre alcuni hanno optato per l’acquisto di quelle riutilizzabili, altri si affidano a maschere usa e getta, che possono finire per sporcare l’ambiente se non vengono gettate via correttamente.

Steve, 53 anni, ha notato che il pellegrino trasportava qualcosa ma ha capito di cosa si trattasse solo quando ha riguardato le immagini.

Il fotografo ha commentato: “Sono uccelli così belli. Inizialmente pensavo che portasse un sacchetto di plastica, ma poi ho notato il colore blu e ho capito che era una mascherina.”

Steve crede che sia stata gettata dai visitatori in un vicino hotspot turistico, e quando il falco pellegrino l’ha individuata, è ssceso per afferrarla pensando fosse cibo.

Ma se la mangiasse potrebbe morire.

Il falco pellegrino ha volato con la maschera per circa 10 minuti, e Steve ha pensato si fosse impigliata nei suoi artigli.

Ha commentato: “Il pellegrino è uno degli uccelli più protetti del paese e questa è una delle cose più tristi che ho visto mentre facevo fotografie naturalistiche.”

Perché le persone non possono smaltire correttamente queste mascherine?

Proteggono noi, ma ovviamente non la fauna selvatica.

Il falco pellegrino è l’uccello più veloce del mondo, raggiungendo i 200 chilometri all’ora durante la sua immersione di caccia.

Sopravvive in genere mangiando uccelli di media taglia e piccoli mammiferi come topi e scoiattoli, non mascherine per il viso.

Molto probabilmente queste mascherine faranno parte della nostra vita quotidiana per molto tempo e dobbiamo eliminarle correttamente per assicurarci che non causino danni al pianeta e danneggino la fauna selvatica.

Come ha sottolineato Steve: “le mascherine sono qui per proteggerci, ma è nostro compito proteggere l’ambiente.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *