• Sab. Apr 13th, 2024

Doodles news

Sito web del gruppo LIFELIVE E.S.P.J

San Fruttuoso, è invasione. Scattano insulti sul web: «Alla faccia delle distanze»

Anche la banchina interna occupata dai bagnanti, come tutta la baia Olivari:

«Noi sindaci l’avevamo detto, trovare soluzioni non è facile»

Camogli – La spiaggia di San Fruttuoso invasa.

Non un centimetro quadrato senza un asciugamano.

Come la banchina interna. Alla faccia del distanziamento. E dell’appello al senso di responsabilità lanciato dalle istituzioni.

Le immagini di San Fruttuoso, così come si presentava ieri, ricordano quelle di Boccadasse nel weekend dell’8 marzo, subito prima che scattasse il lockdown.

Fotogrammi che hanno fatto venire i brividi – nonostante la temperatura ormai estiva – agli abitanti e agli operatori del borgo, dove le attività sono riprese solo in minima parte e con il take-away.

E al sindaco, Francesco Olivari, tempestato di messaggi di chi era rimasto senza parole davanti alle foto della spiaggia libera gremita postate sui social.

Con una lunga serie di commenti di writer sgomenti e indignati, a invocare controlli anche in vista dell’apertura dei confini tra le regioni, provvedimenti e persino il numero chiuso nel borgo.

«Vergogna, nessun rispetto per i morti per i medici e gli infermieri.

Questo virus, il dolore di tanti, la fatica di chi ha lottato per sconfiggerlo, non hanno insegnato niente»: questi, in sintesi, i commenti corsi sul web.

Alessandra Bozzo, titolare dei Bagni San Fruttuoso, si è trovata a fronteggiare una situazione difficile:

«Era prevedibile che succedesse, con la voglia di mare e di libertà dopo mesi di isolamento.

Trovare una soluzione non è semplice.