Avere una passione per un’attività implica divertimento nella sua performance, e ciò che possiamo almeno immaginare è che esiste un rischio che può avere conseguenze molto, molto serie.

Questo è quello che è successo a Laura Hurst , 36 anni, madre di due figli e amante dei serpenti, che purtroppo è stata trovata stesa a terra senza vita con un pitone di 2,5 metri avvolto intorno al collo.

Secondo una dichiarazione del sergente Kim Riley, portavoce della polizia statale dell’Indiana.

Laura è stata trovata da un uomo, il cui nome non è stato rilasciato pubblicamente, nella famosa “casa dei serpenti” a Battle Ground, Indiana, di proprietà di Don Munson. , lo sceriffo della contea di Benton.

La pagina Facebook di Laura rivela la sua passione per questi rettili , forse non avrebbe mai pensato che la sua vita sarebbe finita con un abbraccio mortale da uno di questi animali che amava così tanto.

Il sergente Kim ha detto che quest’uomo è stato in grado di svitare il serpente dal collo di Laura, ma i medici non sono stati in grado di rianimarla.

In questa casa vivevano 140 serpenti, di cui 20 di Laura.

Il proprietario della casa ha espresso la sua disponibilità a collaborare con tutto il necessario e ha descritto questo evento come un tragico incidente che purtroppo si è concluso con la perdita di una vita.

“Ho dato tutte le informazioni alla polizia di stato”, ha aggiunto Don Munson.

Secondo le informazioni locali, Don si dedicava all’allevamento di serpenti, quindi la casa era attrezzata per questo tipo di attività e non per l’abitazione umana.

I pitoni reticolati sono i serpenti più lunghi del mondo e provengono da paesi dell’Asia meridionale, dell’Africa sub-sahariana e dell’Australia.

Sono considerati come uno dei rettili di maggior peso.

Secondo un rapporto pubblicato nel giugno 2018 sulla rivista Reptiles, questi animali sono anche noti per il loro cattivo temperamento.

Schiacciano la loro preda stringendo più forte il collo mentre espirano , causando arresto cardiaco o soffocamento.

Dopo un paio di minuti la sua preda muore e potrebbe volerci un’ora per divorarla.

Si nutrono esclusivamente di mammiferi, tuttavia a volte mangiano altri rettili, tra cui i coccodrilli.

“Laura sembra essere stata strangolata dal serpente, tuttavia, non lo sapremo con certezza fino a dopo i risultati dell’autopsia”, ha detto il sergente Kim Riley.

Senza dubbio, devono essere considerati tutti i rischi associati ai serpenti che, seguendo il loro istinto, possono facilmente attaccare qualcuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *