Maxi intossicazione alimentare in Giordania: morto un bambino

800 persone in ospedale per intossicazione alimentare in Giordania: morto un bambino.

Loading...

Qualcosa non dev’essere andata nel verso giusto durante la preparazione degli shawarma – una pietanza molto simile al kebab – in un ristorante nei pressi della capitale della Giordania Amman.

Ben 800 persone infatti sono finite in ospedale a causa di un’intossicazione alimentare e purtroppo un bambino di cinque anni è morto, proprio a causa di quello che aveva mangiato.

Una tragedia sulla quale ora si dovrà far luce per cercare di arrivare ai responsabili dell’accaduto.

Intanto, secondo le informazioni fornite dal ministro della Salute giordano, il proprietario del ristorante è stato arrestato.

È sempre da fonti governative che si apprende che i primi casi di avvelenamento erano stati rilevati nella serata di lunedì scorso, 27 luglio, per poi dar vita ad un vera e propria emergenza nelle ore successive.

A centinaia infatti si sono presentati negli ospedali di Amman accusando dei seri problemi digestivi.

Il ministro della Salute della Giordania ha inoltre sottolineato che oltre 300 persone sono ancora ricoverate in ospedale e che per almeno quattro pazienti si è reso necessario il ricovero in terapia intensiva.

Da una prima ricostruzione dei fatti è stato facile per gli inquirenti risalire al ristoratore che pare avesse deciso di vendere per alcuni giorno shawarma a basso costo applicando una promozione.

Potrebbe essere proprio questo aspetto a dare una svolta alle indagini in quanto capire le motivazioni alla base dello sconto.

Magari attuato per una fornitura di materie prime scadenti, permetterebbe di ricostruire l’intera filiera dei responsabili.

Fonte 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *