• Mar. Lug 5th, 2022

Doodles news

Sito web del gruppo LIFELIVE E.S.P.J

Lutto nel mondo dello sport, il campione se ne andato all’improvviso

Lutto nel mondo dello sport, il campione se ne andato all’improvviso

Morto Marvin Hagler: leggendario campione di boxe anni ’80, ma anche attore. L’annuncio lo ha dato la moglie Kay G. con un post su Facebook.

Hagler è morto improvvisamente mentre era nella sua abitazione nel New Hampshire. Marvin Hagler è stato uno dei più grandi campioni della boxe, è stato campione dei pesi medi dal 1980 al 1987. Era conosciutissimo in Italia per via anche di numerose apparizioni televisive.

Il grande Marvin Hagler, uno dei più grandi pugili di tutti i tempi, è morto improvvisamente, aveva 66 anni.

La moglie Kay G. Hadler ha dato la notizia con un post sulla pagina Facebook del boxeur scrivendo che il marito è deceduto nella loro casa nel New Hampshire:

Mi dispiace fare un annuncio molto triste. Oggi purtroppo il mio amato marito Marvelous Marvin è morto inaspettatamente a casa sua qui nel New Hampshire. La nostra famiglia chiede di rispettare la privacy in questo momento difficile.

Campione del mondo dei pesi medi
Per tanti anni Hagler ha vissuto in Italia, in provincia di Milano, era soprannominato ‘The Marvelous’ (il Meraviglioso) ed era stato inserito nella Hall of Fame della Boxe.

Campione del mondo dei pesi medi WBC e WBA tra il 1980 e il 1987. Memorabili gli incontri con l’inglese Alan Minter e soprattutto quello con Sugar Ray Leonard del 1987, uno dei combattimenti più belli di sempre.

Il suo bilancio è stato straordinario: 62 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte, la più bruciante quella con Leonard che gli costò la perdita del titolo Mondiale dei pesi medi. Dopo quella sconfitta disse basta, era ancora giovane, ebbe tante proposte, ma le rifiutò tutte.

Della boxe disse: “Ho sempre avuto paura. Paura di sbagliare, paura fisica, paura pura. La paura nella boxe è fondamentale: ti aiuta a non dare niente per scontato”.

DOCUMENTI FALSIFICATI per combattere a 15 anni

La storia di Marvin Hagler è stata molto simile a quella di tanti grandi pugili, tanta fatica da giovane, la scuola abbandonata, il lavoro in cantiere e poi quando è diventato ragazzino è entrato in palestra e grazie a due maestri italiani ha iniziato la scalata al successo:

Eravamo sei figli cresciuti da una madre sola. Ci siamo trasferiti a Brockton, in Massachusetts, la città di Rocky Marciano, perché casa nostra a Newark era bruciata nella rivolta del ’67.

Sparavano, ci nascondevamo sotto il letto, io correvo molto e rubavo un po’, ho lasciato scuola presto per lavorare in cantiere. Mattoni e calce per tre dollari al giorno.

A 15 anni sono entrato nella palestra di Pat e Goody Petronelli, emigranti italiani, hanno falsificato la mia data di nascita per farmi esordire, altrimenti ero troppo giovane.

Il primo avversario è stato uno che mi aveva fatto un occhio nero in una lite in discoteca. Indovinate come finì? La boxe serviva anche a questo: a riparare i conti della vita.

Attore con Terence Hill

Hagler ha vissuto anche in Italia nei pressi di Milano, ed ha avuto anche una carriera da uomo di spettacolo, ha partecipato a tante trasmissioni televisive nei tempi d’oro, ha partecipato ai film ‘Indio’ e ‘Indio 2′ e nel 1997 è stato al fianco del grande Terence Hill in ‘Potenza Virtuale’.

Parlando della sua esperienza da attore disse: “Fare l’attore è molto più difficile che salire sul ring”.