Il compagno di squadra ha raccontato l’incidente:

“Ho sentito un grande rumore…”. E la Procura apre un’inchiesta

Loading...

Alex Zanardi è stato vittima di un gravissimo incidente e ora desta in condizioni critiche all’ospedale dove è stato trasportato con l’elisoccorso.

Lo sfortunato pilota bolognese ha perso il controllo della sua handbike, in curva, ed ha invaso l’altra corsia dove stava sopraggiungendo un camion che l’ha travolto a tutta velocità.

A raccontare la dinamica dell’incidente ci ha pensato, ai microfoni di Radio Capital, Mario Valentini.

Commissario tecnico della nazionale di Paraciclismo che ha ammesso come sia stato purtroppo Alex ad invadere la corsia:

“Era una giornata di sole, tutti contenti, eravamo a 20 km da Montalcino, ci aspettavano tutti… non ha sbagliato l’autotreno, ha sbagliato Alex, ha imbarcato”, questo il laconico e triste commento di Valentini.

“Quello percorso è un rettilineo lungo, in discesa, al 4%, dicono che si sia imbarcato e abbia preso un autotreno sul montante davanti.

L’autotreno si è spostato di un metro ma l’ha preso uguale.

Non c’ero, ero staccato, il commento del ct della nazionale di Paraciclismo che ha svelato come per Zanardi fosse una giornata felice:

“Era allegro, come sempre. Sulla salita gli ho fatto vedere l’aranciata, mi ha urlato dammene un po’! Si scherzava”.

Valentini ha infine concluso il suo intervento spiegando come per lui Zanardi fosse vigile dopo il terribile impatto:

“Dall’incidente ai soccorsi sono passati venti minuti, ma c’è voluto molto per metterlo su, lo assistiva la moglie. Ma dopo l’incidente parlava. Sull’ambulanza non lo so”.

La testimonianze chiave

La testimonianza del suo compagno di staffetta Paolo Bianchini, che stava accompagnando Zanardi insieme all’ex professionista Bennati e un gruppo di altri corridori amatoriali, ha raccontato quanto successo in strada:

“Io ero davanti a lui, ho sentito un grande rumore, mi sono girato e l’ho visto lì ribaltato”.

Il racconto di Bianchini entra poi sempre di più nel dettaglio:

“Sono tornato indietro ed ho visto una cosa che non avrei mai voluto vedere”, il commento del suo compagno con gli occhi gonfi di lacrime.

“Errore suo? No, solo la sfortuna maledetta che quando ci si mette…”, il commento amaro di Bianchini che ha poi concluso

“Ci siamo incrociati con gli sguardi durante la gara e mi ha guardato ed era carichissimo.

Mi aveva anche detto “Paolo, quando sono con te sono i giorni più belli della mia vita”, la chiusura del suo compagno e amico che non è poi riuscito a trattenere le lacrime per la grandissima tristezza.

La Procura apre un’inchiesta

La Procura di Siena ha deciso di aprire un fascicolo sull’incidente in cui è rimasto coinvolto oggi pomeriggio Alex Zanardi anche per accertare eventuali responsabilità dell’organizzazione della manifestazione.

Il sostituto procuratore Serena Menicucci ha svolto un sopralluogo dov’è avvenuto l’incidente, a Pienza.

I carabinieri hanno acquisito un video amatoriale che avrebbe ripreso il momento in cui l’handbike di Zanardi si è scontrato con il camion che proveniva dalla direzione opposta.

I militari dell’Arma stanno eseguendo anche verifiche sulle modalità organizzative della manifestazione a cui stava partecipando lo sfortunato campione paralimpico.

fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *