Tutta l’Italia col fiato sospeso per il grande campione paralimpico.

La Procura di Siena ha aperto un’inchiesta

Loading...

Siena, 20 giugno 2020 – Una notte stabile a lottare ancora una volta tra la vita e la morte.

Tutta Italia è con il fiato sospeso per la sorte di Alex Zanardi, il campione rimasto vittima venerdì di un drammatico incidente sulle strade di Siena in sella alla sua handbike.

L’atleta paralimpico bolognese stava partecipando, in handbike, alla staffetta tricolore ‘Obiettivo 3’.

Un’iniziativa benefica dedicata alla ripartenza dell’Italia dopo l’emergenza per l’epidemia di coronavirus.

Il popolarissimo campione paralimpico, che nel 2001 rimase vittima di un terribile incidente durante una gara automobilistica che gli costò l’amputazione di entrambe le gambe.

Ha trascorso la notte nel reparto di terapia intensiva dove è stato ricoverato al termine di un delicatrissimo intervento alla testa durato tre ore.

Ieri sera dopo l’operazione la Direzione Sanitaria dell’Aou senese  aveva informato che “l’intervento neurochirurgico e maxillo-facciale a cui è stato sottoposto l’atleta, a causa del grave trauma cranico riportato, è iniziato poco dopo le 19 e si  è concluso poco prima delle 22″.

Il paziente è stato poi trasferito in terapia intensiva, in prognosi riservata. Le sue condizioni di salute sono gravissime”.

C’è grande attesa quindi per prossimi bollettini medici che saranno diramati questa mattina:

il primo degli appuntamenti sarà alle dieci e trenta, e parlera’ il neurochirurgo Giuseppe Olivieri che ieri lo ha operato.

Due ore dopo, intorno alle 12,30 sarà la volta del responsabile del reparto di terapia intensiva Sabino Scolletta reparto in cui è stato ricoverato Zanardi dopo l’intervento.

Ovviamente la Procura di Siena ha immediatamente aperto un’indagine per accertare la dinamica del sinistro (schianto contro un camion) e se ci sono eventuali responsabilità.

Al capezzale dell’ex pilota sono arrivati la moglie Daniela e dal figlio Niccolò.

Ma è stata immediatamente tutta l’Italia a stringersi attorno ad Alex che è diventato un simbolo di forza e di amore per la vita per tante persone.

fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *