• Lun. Apr 15th, 2024

Doodles news

Sito web del gruppo LIFELIVE E.S.P.J

Gonfiore alle gambe? Ecco perché non sottovalutarlo

Dal punto di vista medico, questa condizione è chiamata arteriopatia periferica, che si manifesta come claudicazione intermittente, caratterizzata da dolorosi crampi durante la camminata, anche per brevi distanze, che si risolvono con il riposo.

Tra le cause di gambe stanche rientrano anche la flebite o la trombosi venosa profonda, che comportano sintomi come dolore intenso, spontaneo o provocato dal movimento, gonfiore, calore e la presenza di varici (vene superficiali congestionate).

Il termine “vene varicose” viene utilizzato per descrivere quelle vene caratterizzate da pesantezza, crampi ai polpacci, gambe gonfie, formicolio e dilatazione delle vene, sintomi che si aggravano tipicamente quando si rimane in piedi per lunghi periodi o quando fa caldo. Inoltre, la sensazione di pesantezza agli arti inferiori può derivare dall’accumulo di liquidi causato da un’insufficienza del sistema linfatico.

Oltre a questi problemi circolatori, altre cause di gambe stanche e pesanti possono includere la compressione delle radici nervose nella regione lombare, che provoca sensazioni di stanchezza e pesantezza in una o entrambe le gambe, come ad esempio nell’ernia del disco. In questi casi, è spesso presente anche un forte dolore che si irradia lungo il nervo sciatico, dalla zona glutea o retrocoscia fino sotto il ginocchio.

Un’altra possibile causa è la sindrome delle gambe senza riposo, un disturbo neurologico caratterizzato da irrequietezza alle gambe, che si manifesta soprattutto durante il periodo di riposo notturno, quando gli arti inferiori sono maggiormente rilassati. Ciò provoca scatti o sussulti improvvisi, con sensazioni di disagio, dolore, prurito o formicolio nella zona interessata.

RIMEDI PER GAMBE STANCHE

Uno dei rimedi più immediati per migliorare la salute fisica è adottare uno stile di vita sano, che favorisca il benessere non solo del corpo, ma anche della mente. In primo luogo, è fondamentale prestare attenzione all’alimentazione e seguire una dieta equilibrata, completa e corretta. Soprattutto durante le stagioni calde, consumare frutta, verdura, vitamine, fibre, minerali e bere molta acqua può favorire l’efficienza del sistema venoso e l’eliminazione degli eccessi di liquidi. Insieme all’alimentazione, l’attività fisica è essenziale: esistono esercizi specifici da svolgere durante l’allenamento per rafforzare, tonificare e rassodare i muscoli delle gambe. Si può iniziare con una passeggiata all’aria aperta, poi aumentare gradualmente la velocità della camminata, fino ad arrivare a un allenamento più intenso. È ben noto che il movimento favorisce la circolazione.

SUGGERIMENTI PER ALLEVIARE LE GAMBE PESANTI

Come accennato in precedenza, l’attenzione all’alimentazione è fondamentale. Assumere una grande quantità di frutta e verdura, limitare il consumo di sale, garantire un adeguato apporto di vitamine e fibre, permette agli antiossidanti presenti nella frutta di tonificare e proteggere il sistema circolatorio, migliorando la circolazione e controllando la ritenzione idrica e il gonfiore. Inoltre, bere molta acqua è essenziale: mantenere un’adeguata idratazione aiuta anche nell’eliminazione delle tossine in eccesso che possono accumularsi nei vasi sanguigni. L’attività fisica rappresenta un grande aiuto, poiché lo sport e l’esercizio fisico favoriscono il ritorno venoso stimolando i muscoli delle gambe. Un suggerimento utile è quello di eseguire esercizi mirati: rimanere seduti per molte ore, magari davanti a un computer, ostacola la circolazione e il microcircolo.

Per questo motivo, è importante alzarsi e muovere le gambe periodicamente mentre si studia o si lavora seduti. Se le caviglie sono particolarmente gonfie, è possibile massaggiare la pianta del piede con una pallina piccola, come ad esempio una palla da tennis, mantenendo il piede a contatto con il pavimento. Un consiglio apparentemente banale ma non da sottovalutare è quello di evitare indumenti troppo stretti, poiché gli abiti aderenti possono comprimere i vasi sanguigni, ostacolando il ritorno venoso e compromettendo la circolazione. È consigliabile preferire indumenti comodi e larghi e, quando possibile, rinfrescare le gambe. Il freddo può essere un alleato, poiché causa la vasocostrizione, cioè la contrazione dei vasi sanguigni, riducendo il ristagno venoso. Una doccia fredda o, ancora meglio, immergere le gambe in acqua fredda o con ghiaccio per alcuni minuti, può offrire sollievo e aiutare a ridurre la stanchezza e il gonfiore.

In conclusione, le gambe stanche, pesanti e gonfie possono essere causate da diversi fattori, tra cui problemi circolatori, condizioni come vene varicose o trombosi venosa profonda, compressione delle radici nervose o sindrome delle gambe senza riposo. È importante identificare la causa sottostante per adottare i rimedi più appropriati. Uno stile di vita sano, con una corretta alimentazione, attività fisica regolare e l’adozione di buone abitudini possono contribuire a migliorare la circolazione e alleviare la sensazione di stanchezza e pesantezza nelle gambe. Se i sintomi persistono o peggiorano, è consigliabile consultare un medico per una valutazione e un eventuale trattamento specifico. Prendersi cura delle proprie gambe può favorire il benessere generale e migliorare la qualità della vita.