Il papà di Gioele, arrivato in caserma per il riconoscimento dei vestiti del piccolo.

Ha riconosciuto le scarpine blu del figlio ritrovate ieri pomeriggio nei boschi di Caronia vicino ai resti umani che, a questo punto, non c’è più dubbio appartengano al figlioletto.

Loading...

Daniele Mondello era arrivato alla caserma Calipari di Messina, accompagnato dal padre Letterio e da Elvira Certa, il medico legale scelto dalla famiglia Mondello per la consulenza medico-legale.

Daniele Mondello è stato convocato per il riconoscimento degli indumenti e le scarpe trovare ieri nei pressi del luogo del ritrovamento dei resti di Gioele nei boschi di Caronia (Messina).

Resti del piccolo ritrovati non lontano da dove l’8 agosto venne ritrovato il corpo senza vita della mamma Viviana Parisi.

Mondello era entrato direttamente con l’auto in caserma.

«Le scarpette regalate dal papà»

«Le scarpette che la polizia ha mostrato a Daniele Mondello sono quelle che lui aveva regalato a Gioele assieme alla moglie. Non ci sono dubbio che siano le sue».

Lo afferma il legale del papà del bambino, l’avvocato Pietro Venuti aggiungendo che l’uomo è stato in Questura per firmare dei documenti per esami che saranno eseguiti domani sui vestiti di Viviana Parisi.

Il penalista ha precisato anche che il prelievo per il Dna è stato eseguito su Daniele Mondello e sul padre di sua moglie, Luigino Parisi

Il papà visibilmente scosso

Il padre di Gioele è visibilmente scosso.

Adesso i tre sono entrati nel reparto della Polizia scientifica dove gli vengono mostrati gli abiti e le scarpe trovate ieri.

«Le ricerche sono state un fallimento»

«Queste ricerche sono state un fallimento».

Lo ha detto Daniele Mondello, marito di Viviana Parisi e padre di Gioele, uscendo dalla Questura di Messina e prima di recarsi nella caserma Calipari.

Eseguito il test del Dna su Daniele Mondello

Eseguito il test del Dna su Daniele Mondello, il papà di Gioele che ha appena lasciato la caserma Calipari di Messina dove si trova la polizia scientifica.

Sospese le ricerche a Caronia

Sono state sospese le ricerche di Gioele attivate nelle campagne di Caronia.

La macchina dei soccorsi si è fermata e il campo base sta per chiudere.

Un altro forte segnale del fatto che si ritiene sempre più probabile che i resti umani trovati ieri siano quelli del piccolo Gioele.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *