“Fra il coronavirus e il tabacco c’è qualcosa di molto particolare.

Abbiamo verificato che l’immensa maggioranza dei casi gravi non riguarda fumatori.

Come se il tabacco ‘proteggesse’ contro questo virus, attraverso la nicotina”:

Loading...

a parlare, nella Francia che ha innalzato a 10 euro il costo di un pacchetto di sigarette per disincentivare il fumo, è il professor Jean-Francois Delfraissy.

Direttore del comitato scientifico che affianca il presidente Emmanuel Macron e il governo nella lotta al Covid-19.

 

L’idea che il fumo possa proteggere da una malattia che, nei casi gravi, attacca i polmoni, è assolutamente controcorrente.

In Francia, da anni, le autorità conducono una vera e propria crociata contro la sigaretta.

E persino a epidemia già in corso, il Comitato nazionale contro il tabagismo – a fine marzo – aveva allertato i fumatori:

“Fumare altera le difese immunitarie e le capacità polmonari – avevano fatto sapere i membri dell’organizzazione antifumo.

Ma non solo: i fumatori avvicinano regolarmente le dita, potenzialmente portatrici del virus, alla loro bocca, frequentemente la porta d’ingresso del virus”.

Già alcuni studi cinesi e americani avevano evidenziato il basso numero di fumatori tra i malati di Covid-19 rispetto al tasso di fumatori abituali nei rispettivi Paesi.

In uno studio condotto su 7.000 pazienti di Covid-19 negli Stati Uniti, soltanto l’1,3% sono fumatori, una percentuale 10 volte inferiore al tasso di fumatori.

Come spiega a BFM TV Bertrand Dautzenberg, ex pneumologo e presidente dell’associazione ‘Paris Sans Tabac’.

“Attendiamo la pubblicazione di dati precisi – aggiunge però Dautzenberg – dipende dal fumo, dalla nicotina?

Per il momento non lo sappiamo”. “Il tabacco – aggiunge l’ex pneumologo – non sarà però mai una soluzione per il Covid-19, significherebbe affrontare una polmonite col kalashnikov.

Bisogna sempre smettere di fumare, la sigaretta non sarà mai qualcosa di positivo”.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *