• Ven. Apr 19th, 2024

Doodles news

Sito web del gruppo LIFELIVE E.S.P.J

È morta Daniela Zedda

È giunto il triste annuncio della scomparsa di Daniela Zedda, una fotografa che ha lasciato un’impronta indelebile nell’ambito dell’arte e del jazz.

Originaria di Cagliari, aveva dedicato il suo talento a ritrarre grandi figure della musica, da Miles Davis a Dizzie Gillespie.

Tra i suoi lavori più celebri si annovera uno scatto memorabile che ritrae Maria Lai impugnando una pistola. In quell’immagine, si può cogliere la fusione di gioco, irriverenza e imprevedibilità che caratterizzava il talento di Daniela Zedda.

La fotografa cagliaritana aveva sviluppato un approccio al ritratto che andava oltre la mera ricerca estetica, concentrandosi piuttosto sull’essenza umana. “Osservo, parlo, aspetto”, aveva dichiarato durante una delle sue rare apparizioni televisive. “Aspetto il momento in cui le persone si interiorizzano, rinunciano alla maschera. E si mostrano nella loro vera essenza”. Questa profonda attitudine alla connessione e alla comprensione del soggetto emergeva chiaramente nei suoi scatti.

La sua carriera iniziò quasi per caso, quando era ancora molto giovane, in una Cagliari che venne magicamente travolta dalle note del jazz. Essendo l’unica ragazza in un mondo prevalentemente maschile, Daniela Zedda si muoveva agilmente sotto il palco, equipaggiata con la sua pesante attrezzatura fotografica, pronta a catturare gli istanti più intensi. Le sue fotografie erano istantanee, scattate durante le esibizioni, ma nulla era lasciato al caso. Daniela Zedda cercava le sue immagini con l’ostinazione e la passione di un pescatore di perle, preparandosi con giorni di ascolto di musica per arrivare pronta all’incontro con i musicisti.