Coronavirus, nuovo focolaio tra gli anziani della Rsa Quarenghi: 22 casi positivi

Tra i contagiati anche un operatore sanitario della struttura. La metà delle persone risultate infette è stata ricoverata in ospedale, in reparti Covid

Loading...

Il Coronavirus è tornato nelle Residenze per anziani: alla Rsa «Quarenghi», periferia Nord Ovest di Milano, finora mai toccata dall’epidemia, sono risultati positivi al tampone 21 ospiti e un operatore sanitario.

Ma soltanto uno dei contagiati presenta sintomi, riferisce il quotidiano «Il Giorno» che ha riportato la notizia.

Proprio a causa dei sintomi, a questa persona è stato fatto il tampone, risultato appunto positivo.

Immediatamente è stato eseguito a tutti gli utenti della struttura (oltre 120) e al personale ed è così che si è scoperto il focolaio.

Dei 21 positivi la metà sono già stati ricoverati in ospedale in reparti Covid, gli altri dieci sono isolati in attesa di un posto, mentre l’operatore è stato messo a riposo.

«La situazione —assicurano da Coopselios, che gestisce la struttura.

È gestita e monitorata quotidianamente dal personale sanitario e socio-assistenziale dell’ente gestore nel rispetto delle procedure e dei protocolli in essere».

L’Ats ha già verificato le procedure seguite dalla Rsa e non sono risultate mancanze o errori:

la struttura «ha rispettato tutti i protocolli anti-contagio», ha spiegato il direttore sanitario dell’Ats di Milano, Vittorio Demicheli.

La struttura di via Quarenghi non aveva affrontato gravi criticità nella prima fase dell’epidemia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *