Napoli – E’ stato ritrovato impiccato, oramai senza vita, all’interno della sua piccola fabbrica a Barra.

L’uomo di 68 anni, A.N, si è tolto la vita tra le mura della propria azienda di manifattura di legname e ferramenta in via Murelle, utilizzando una fune.

Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine e i sanitari del 118 che hanno potuto solamente accertare il decesso.

Loading...

Dietro il gesto disperato dell’artigiano, gli investigatori indagano sul possibile retroscena della crisi economica della piccola fabbrica, incalzata dall’emergenza Covid.

L’uomo ha lasciato una lettera rivolta ai suoi familiari.

Lo riporta Il Mattino di Napoli.

Gli Italiani hanno bisogno di aiuto, ma il governo è concentrato sui clandestini

Italiani chiedono aiuto, governo concentrato sui clandestini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *