L’ultimo ricordo per Rubina nelle parole di chi l’aveva conosciuta

RUBINA, L’HO INCONTRATA DECINE DI VOLTE SOPRATTUTTO FUORI LA SEDE DELLA NOSTRA ASSOCIAZIONE.

CUFFIETTE NELLE ORECCHIE E MACINAVA CHILOMETRI.

SE TI VEDEVA CON LA SIGARETTA TE NE CHIEDEVA UNA MA NONOSTANTE QUALCHE VOLTA GLI ABBIA CHIESTO SE VOLESSE QUALCOSA HA SEMPRE GENTILMENTE RIFIUTATO.

LA RICORDO CON UN GIUBBONE COLOR PANNA. RUBINA CHIRICO.

ETÀ INDEFINITA. PENSATE CHE PER AVERE SEMPRE CON SE IL FIGLIO NON LO HA MANDATO A SCUOLA FINO ALL’ETÀ DI 9 ANNI.

IL FIGLIO EDUARDO, UN’ALTRA ESISTENZA DI SOFFERENZE, DI SPOSTAMENTI, UN’ALTRA VITA IRRIMEDIABILMENTE SPEZZATA.

EDUARDO, IL FIGLIO, HA UCCISO RUBINA, LA MAMMA E POI È ANDATO A COSTITUIRSI.

UNA BRUTTA MA BRUTTA PAGINA.

RUBINA E LA SUA SIGARETTA, RUBINA CON LE CUFFIETTE.

Questo il racconto che Donato Trepiccione, presidente dell’associazione

Loading...

“Ciò che vedo in città Santa Maria Capua Verere”

fa di Rubina Chirico, la donna di 52 anni morta ammazzata per mano del figlio lo scorso sabato.

Forse non ha senso parlarne ancora. Anzi, ne siamo certi.

In fondo, non c’è nulla che possa avere significato di utilità ora che Rubina non c’è più;

ora che il figlio ventiduenne – colui che l’ha accoltellata  nell’abitazione di Corso Trieste, a Caserta, – è vittima della stessa tragedia che lo vede carnefice.

Rubina era una donna, era una mamma e, come tutti, aveva la sua storia.

Per lei di sicuro indietro non si può tornare.

Purtroppo però, ed è inutile negarlo, di persone che vivono la sua stessa solitudine, lo stesso tormento intelligente di chi si accapiglia quotidianamente con le ingiustizie ce ne sono tante, vicino e lontano da noi.

Caserta. Uccisa dal figlio da cui non voleva staccarsi.

E allora se c’è una cosa che ancora possiamo fare per Rubina è scrostarci di dosso un po’ di ipocrisia e avere più sguardi attenti da donare.

Più mani da tendere, anche e soprattutto con chi si impone con diffidenza verso la nostra disponibilità, perché sono quelle persone che hanno ancora più bisogno di aiuto.

Ciao Rubina, che tu possa trovare pace.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *