• Sab. Apr 13th, 2024

Doodles news

Sito web del gruppo LIFELIVE E.S.P.J

Bonus vacanze, anche per pagare la spiaggia e se l’albergo non fa lo sconto

Bonus vacanze, credito d’imposta anche se l’albergo non fa lo sconto

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato nuove precisazioni sull’utilizzo del bonus vacanze fino a 500 euro scattato il 1° luglio

Bonus vacanze, le condizioni per usarlo per affittare il lettino in spiaggia

Il bonus vacanze può essere utilizzato anche per affittare il lettino in spiaggia o un ombrellone.

Il servizio rientra tra quelli accessori offerti dalle imprese turistico ricettive italiane

Con la circolare n. 18/E del 3 luglio 2020 l’Agenzia delle Entrate ha fornito nuovi chiarimenti sul bonus vacanze.

Che secondo quanto ha riportato il ministro dell’innovazione digitale Paola Pisano in un tweet, è già stato erogato 306.523 volte (per un controvalore economico di oltre 140 milioni di euro) e speso da 5.432 famiglie.

Bonus vacanze anche per pagare la spiaggia

Tra i chiarimenti, l’inclusione dei servizi accessori nel bonus.

In pratica, il tax credit vacanze può essere utilizzato anche per pagare i servizi balneari come ombrelloni e sdraio, a patto che facciano parte di un pacchetto incluso nella fattura emessa da un unico fornitore, cioè dalla struttura scelta per trascorrere le vacanze.

In pratica, il bonus è spendibile se il titolare dell’albergo include nella fattura anche quei servizi.

Riporta la circolare dell’Agenzia delle Entrate:

“Ad esempio, nel caso di soggiorno presso una struttura alberghiera con fattura emessa da ALFA, è possibile includere, ai fini del Credito d’imposta Vacanze, i costi per la fruizione dei servizi balneari da parte di BETA solo se gli stessi sono indicati nell’unica fattura emessa da ALFA”.

Bonus vacanze, le strutture ammesse

Il comma 1 dell’art. 176 del Decreto Rilancio stabilisce, inoltre, che per avere diritto al bonus, i servizi dovranno essere offerti in ambito nazionale:

dalle imprese turistico ricettive;dagli agriturismi;dai bed &breakfast

Tali soggetti dovranno essere in possesso dei titoli prescritti dalle norme nazionali o regionali per l’esercizio dell’attività turistico ricettiva.

Per individuare le strutture presso le quali è possibile utilizzare il bonus, occorre fare riferimento ai soggetti che, indipendentemente dalla natura giuridica o dal regime fiscale adottato, svolgono effettivamente le attività previste dalla norma.

A titolo indicativo e non esaustivo, tali attività sono riconducibili alla sezione 55 di cui ai codici ATECO, ad esempio:

55.1 ALBERGHI E STRUTTURE SIMILI

– alberghi, resort, motel, aparthotel (hotel&residence), pensioni, hotel attrezzati per ospitare conferenze (inclusi quelli con attività mista di fornitura di alloggio e somministrazione di pasti e bevande):55.20