È stata uccisa da un’emorragia cerebrale, lasciando il marito e due bimbi piccoli.

Ma i suoi organi hanno salvato sei persone.

È la storia di Anna, giovane mamma appena 25enne di Somma Vesuviana.

Loading...

Deceduta all’Ospedale del Mare di Napoli dove si trovava da alcuni giorni dopo essere stata colta dal malore.

Il suo cuore ha smesso di battere, ed i familiari hanno subito deciso per la donazione così come proprio la povera Anna avrebbe voluto.

A conclusione dell’operazione, infatti, due organi sono stati destinati a ospedali napoletani mentre gli altri sono stati prelevati dalle equipe di medici arrivati da Roma, Bologna, Verona e Palermo.

Il dramma a Somma Vesuviana si sente però fortissimo per la famiglia e per i tanti amici della ragazza e del marito:

sono centinaia i messaggi sui social in cui si vede Anna con i suoi piccoli mentre fa le cose da giovane mamma.

«Un gesto nobile compiuto da chi ha vissuto una tragedia, ha dato nuove speranze a tante famiglie»,

ha commentato Ciro Verdoliva, manager dell’Asl Napoli 1 dopo la notizia dell’espianto multiorgano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *