Allarme focolaio legionella: “16 contagi e un morto”. Indagini sulle acque

Legionella, focolaio in Lombardia: “16 contagio e un morto”, indagini in corso sulle acque

Loading...

Succede a Busto Arsizio, la vittima è un 78enne residente in città. Indagini in corso

Allarme legionella in Lombardia.

Nelle ultime ore, stando a quanto ha fatto sapere l’assessore al welfare Giulio Gallera, sono infatti stati certificati 16 contagi a Busto Arsizio, nel Varesotto.

Una delle persone coinvolte, ha chiarito la regione in una nota, è morta: si tratta di un 78enne.

“Le autorità sanitarie territoriali si sono attivate immediatamente e  hanno realizzato i prelievi e la campionatura delle acque nelle abitazioni di residenza, il controllo degli impianti idrici, l’acquedotto e delle torri di raffreddamento”, ha informato Gallera.

“Le analisi di laboratorio sono in corso.

In via precauzionale è stata altresì eseguita una iperclorazione dell’acqua.

Sono in corso ulteriori accertamenti igienici e sanitari previsti dai protocolli di sicurezza”, ha concluso l’assessore nella nota diffusa dal Pirellone.

Il vicesindaco di Busto ha invece parlato di una “zona circoscritta della città” in riferimento al focolaio di legionellosi.

Due anni fa a Bresso, nel Milanese, si era verificata un’epidemia praticamente identica.

Nella cittadina alle porte del capoluogo si erano registrati 5 decessi e 52 infezioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *