Due operai morti folgorati: lavoravano nel palazzo comunale di Filogaso

Tragedia sul lavoro a Filogaso (Vibo Valentia). Vito Iellamo e Gabriel Daniel Pan sono rimasti folgorati a causa di un cavo elettrico venuto a contatto con il ponteggio sul quale si trovavano per cause ancora in corso di accertamento. Inutili i soccorsi, indagano i carabinieri.

Loading...

Due morti. È il terribile bilancio di un incidente sul lavoro verificatosi stamane poco dopo le 11 a Filogaso, in provincia di Vibo Valentia.

Le vittime sono Vito Iellamo, 42 anni di San Pietro a Maida e Gabriel Daniel Popan di 43 anni, di origine romena, residente anche lui a San Pietro a Maida; i due operai erano intenti a sistemare alcune grondaie del palazzo municipale locale quando, secondo quanto si è potuto apprendere al momento, avrebbero inavvertitamente toccato i cavi elettrici.

I tentavi di soccorrerli da parte dei medici del 118 sono stati inutili.

Sul posto, oltre ai vigili del fuoco, anche al procuratore di Vibo Valentia, Camillo Falvo, e i carabinieri di Maierato che stanno indagando su quanto accaduto per capire come i due lavoratori siano entrati a contatto coi i cavi elettrici mentre si trovavano sul ponteggio per eseguire i lavori.

Tutta la zona è stata immediatamente transennata per tenere a distanza le persone giunte una volta appresa la notizia.

Costernazione per l’accaduto dal sindaco del piccolo centro vibonese, Massimo Trimmeliti e il vicesindaco Daniele Rachieli che, entrambi fuori paese per impegni, stanno immediatamente rientrando.

Quello avvenuto a Filogaso è solo l’ultimo di una tragica catena di incidenti sul lavoro avvenuti nel nostro Paese negli ultimi mesi.

Solo pochi giorni fa, due operai sono stati travolti dal crollo di un balcone in Provincia di Cagliari: uno è morto e l’altro è rimasto ferito; lo scorso mese invece un lavoratore 47enne di Ferrandina (Matera), è caduto dal tetto di un capannone dismesso, nella zona industriale di Tito (Potenza): inutili i soccorsi.

A Padova, poi, due operai sono stati travolti da una montagna di terra: uno di loro è morto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *