• Mar. Lug 5th, 2022

Doodles news

Sito web del gruppo LIFELIVE E.S.P.J

Strage di Carignano: è morta anche la piccola Aurora

Nuova vittima della strage di Carignano: è morta anche la piccola Aurora, ferita a morte dal padre, Alberto Accastello.

La piccola Aurora Accastello non ce l’ha fatta: è morta anche l’unica sopravvissuta della strage di Carignano, avvenuta meno di 72 ore fa.

La bambina era ricoverata in condizioni disperate all’ospedale Regina Margherita di Torino: da quanto si era appreso il papà, prima di uccidersi, le aveva sparato in testa.

Nella strage era morto anche il fratellino Alessandro, suo gemello.

All’alba di lunedì mattina, Alberto Accastello nella villetta di Carignano – in provincia di Torino – aveva prima sparato prima alla moglie Barbara Gargano, poi ai due fratelli gemelli e al cane.

Quindi si era tolto la vita sparandosi un colpo in testa. Poco prima, aveva allertato il fratello, per spiegare le sue intenzioni.

Ma all’arrivo dei Carabinieri, la tragedia era compiuta.

La strage di Carignano: chi sono le quattro vittime

Dall’autopsia sul corpicino del piccolo Alessandro, è emersa la brutalità del gesto compiuto da suo padre: il bimbo stava dormendo nel momento in cui il padre gli ha sparato.

Una vera e propria esecuzione, che getta ulteriore sconcerto rispetto a un fatto di sangue che mette i brividi.

Il bimbo di 2 anni è morto a causa del trauma causato dal proiettile, ha confermato dunque l’autopsia.

Aurora, la gemellina, era sopravvissuta, ma oggi la notizia della morte.

Il movente della strage – semmai fosse davvero possibile ricercarne uno – starebbe nel fatto che Alberto Accastello e Barbara Gargano erano in forte crisi e la donna voleva lasciarlo.

Inoltre l’uomo, 40enne, operaio alla Cerealceretto, azienda cittadina che tratta cereali, sarebbe stato ossessionato dalla perdita del lavoro, non solo dal vedere la sua famiglia disgregarsi.