Il Papa aveva ricevuto una lettera da parte di un cittadino che raccontava di Siracusa e di come sta vivendo questa emergenza Covid

PALERMO –

Loading...

Una telefonata al sindaco di Siracusa per manifestare vicinanza alla città.

In un momento difficile causato dall’emergenza Covid-19, e per assicurare: “Prego per voi”.

Dall’altro capo del telefono c’era Papa Francesco, che ha chiamato il sindaco del capoluogo aretuseo, Francesco Italia, dopo avere ricevuto una lettera proprio da Siracusa.

A raccontare la storia è stato il primo cittadino nel corso di una intervista all’emittente radiofonica Fm Italia:

“Erano le 17, mi squilla il telefono e sento una voce che mi dice ‘buongiorno, lei è il sindaco Francesco Italia?

Io sono Papa Francesco e non è uno scherzo’ – ha raccontato il sindaco di Siracusa -.

Una emozione indescrivibile, enorme.

Il Papa aveva ricevuto una lettera da parte di un nostro concittadino che raccontava di Siracusa e di come stavamo vivendo questa emergenza Covid.

E ha chiesto al Santo Padre di mandare una benedizione speciale per la città, la giunta e me.

E così lui ha pensato di telefonarmi”.

Papa Francesco ha raccontato al sindaco di avere saputo “quello che stiamo facendo in questi giorni – ancora Italia – e mi ha assicurato che prega per la città alla quale si è detto ‘vicino’”.

Un gesto ricambiato dal sindaco di Siracusa:

“Ero senza parole, gli ho detto che anche io pregherò per lui.

Non dimenticherò questa telefonata per il resto della mia vita, un gesto che testimonia la grande umanità del Papa”.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *