• Lun. Ott 3rd, 2022

Doodles news

Sito web del gruppo LIFELIVE E.S.P.J

Reddito di Cittadinanza, brutte notizie per le ricariche di marzo:

Grosse preoccupazioni per chi percepisce il Reddito di Cittadinanza. Il problema, fortunatamente, non riguarda tutti coloro che usufruiscono del sussidio statale ma solo una parte.

Reddito di Cittadinanza, le novità

Con una circolare di febbraio scorso, l’Istituto nazionale per la previdenza sociale (Inps) ha fatto sapere che considererà le pensioni di invalidità ai fini della determinazione del reddito familiare. Si tratta di una novità assoluta in materia.

Dunque il calcolo del Reddito di Cittadinanza cambierà totalmente. Questo potrebbe significare la perdita totale del sussidio oppure di avere una decurtazione importante rispetto al monte complessivo della cifra finora percepita.

Reddito di Cittadinanza, cosa cambia

In precedenza la pensione dell’invalidità non rientrava nei parametri di calcolo del reddito di cittadinanza. In pratica, rischia di avere un effetto negativo essere un percettore di invalidità. Calcoli alla mano, il danno della perdita del reddito di cittadinanza rischia di essere maggiore rispetto all’aumento recepito dalla pensione di invalidità.

A parlarne nei giorni scorsi anche qualche sindaco.

In particolare, il primo cittadinanza di La Spezia ha scritto al Ministero del Lavoro, sottolineando che “continuano a pervenire richieste di aiuto da parte di persone con invalidità”. Quest’ultime, spiega il sindaco della città ligure, sarebbero “preoccupate dalla variazione dell’importo della rata del Reddito di Cittadinanza o della Pensione di Cittadinanza”.

Reddito di Cittadinanza marzo 2022, la data dei pagamenti

Quando arrivano i soldi del Reddito di Cittadinanza nel mese di marzo 2022? Anche in questo mese Poste Italiane seguirà il calendario utilizzato solitamente.

Reddito di cittadinanza, pagamenti marzo 2022

Anche a marzo le ricariche del Reddito di Cittadinanza arriveranno in due date distinte, come già avvenuto negli scorsi mesi:

entro il 15 marzo riceveranno il sussidio coloro che hanno presentato la domanda a gennaio 2021 per la prima volta, chi a dicembre ha ricevuto la diciottesima mensilità e chi a gennaio, con la sospensione, ha chiesto il rinnovo per altri 18 mesi;

chi percepisce il Reddito di Cittadinanza da almeno due mesi, e chi ne ha chiesto il rinnovo a dicembre 2021 (ricevendo la prima mensilità della seconda tranche entro il 15 del mese di gennaio), riceverà invece la ricarica il 25 marzo, poiché il 27, giorno solitamente designato per il pagamento, cade di domenica.

La ricarica dell’assegno unico universale

Nella stessa data, ovvero il 25 marzo, i beneficiari del Reddito di Cittadinanza che dispongono dei requisiti per l’assegno unico universale riceveranno la prima ricarica di quest’ultimo sulla stessa carta RdC.