• Gio. Lug 18th, 2024

Doodles news

Sito web del gruppo LIFELIVE E.S.P.J

Ponte sullo Stretto, questa non ci voleva proprio:

Il progetto di costruzione del Ponte sullo Stretto riceve una netta bocciatura da parte delle organizzazioni ambientaliste, Kyoto Club, Wwf e Lipu, le quali hanno valutato attentamente i dettagli dell’opera e redatto un dossier intitolato “Lo Stretto di Messina e le ombre sul rilancio del ponte”.

Slogan politico

Secondo quanto riportato nel documento, il progetto viene definito un semplice “slogan politico”, caratterizzato da costi esorbitanti che ammontano a 13,4 miliardi di euro secondo l’ultima stima disponibile, e benefici minimi per l’intera comunità.

Inoltre, l’analisi sottolinea come la valutazione dell’impatto ambientale risalga a un periodo ormai obsoleto, e la progettazione stessa sia stata finora portata avanti senza un’autentica gara di appalto.

Uno dei principali motivi di preoccupazione emerge dal dossier riguarda l’effetto del vento sul ponte proposto. Secondo gli esperti, raffiche di vento che raggiungono i 60 chilometri orari potrebbero generare oscillazioni impressionanti, con ampiezze che possono arrivare fino a 12 metri.

In queste circostanze, il traffico sul ponte dovrebbe essere interrotto per garantire la sicurezza degli utenti. La frequenza di questi episodi di chiusura è stimata essere di un giorno su otto, il che potrebbe causare notevoli disagi e interruzioni nel flusso dei trasporti.

Oltre ai problemi derivanti dalle condizioni meteorologiche, sussistono anche dubbi significativi riguardo al rischio sismico. La posizione geografica del ponte sullo Stretto di Messina lo colloca in un’area sismicamente attiva, e gli studiosi esprimono preoccupazione per la capacità dell’opera di resistere a eventi sismici di una certa entità.