NUOVO DPCM 3 DICEMBRE – Arriva la decisione ufficiale sulle palestre

Spadafora: “Le palestre resteranno chiuse anche con il nuovo dpcm”

Loading...

Spadafora conferma la chiusura per palestre e centri sportivi anche nel nuovo Dpcm: le parole del ministro.

Il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ha annunciato che anche con il nuovo Dpcm le palestre e i centri sportivi continueranno ad essere chiusi. Lo ha annunciato nel corso del suo intervento a Porta a Porta: “Io credo che tutte le realtà che abbiamo chiuso con l’ultimo Dpcm, non solo palestre e piscine, resteranno chiuse anche a dicembre.

Non possiamo ripetere l’effetto che abbiamo avuto in estate, dove prima dell’estate pensavamo di aver superato. Anche se tra 2 settimane i dati dovessero essere migliori perché saranno il frutto, gli effetti delle decisioni misure prese, dobbiamo però superare l’inverno, facendo sacrifici“.

Parole non di certo confortanti quelle dell’esponente del governo, che però sottolineano come possa essere cambiata la linea dell’esecutivo nella gestione dell’emergenza sanitaria.

“Non credo – ha specificato Spadafora – che esistano purtroppo le condizioni sanitarie, in questo momento, per poter prevedere nel nuovo Dpcm, quello che entrerà in vigore dopo il 4 dicembre, nuove riaperture per il mondo sportivo”.

È necessario naturalmente prevedere degli aiuti per le attività che saranno costrette a rimanere chiuse. “Capisco – ha detto Spadafora – che sarà una sofferenza per tutto questo mondo. Ma è bene anche prepararsi, direi certamente, al fatto che ci sarà una proroga di queste chiusure.

Naturalmente questo vorrà dire che aiuteremo questi settori anche per tutto il tempo ulteriore in cui resteranno chiusi”.

Il ministro parla di “aiuti anche per i collaboratori sportivi. Abbiamo già dato a queste figure le garanzie che meritano – ha aggiunto – un bonus per marzo, aprile e maggio di 600 euro al mese e lo stesso abbiamo fatto per il mese di giugno e da domani mattina la società Sport e Salute erogherà il bonus per il mese di novembre che questa volta è di 800 euro.

È evidente – ha concluso – che questi lavoratori continueranno a dicembre a non essere impiegati in queste strutture e noi dovremo prevedere per loro altrettante misure anche a dicembre”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *