• Ven. Apr 19th, 2024

Doodles news

Sito web del gruppo LIFELIVE E.S.P.J

Napoli, mangiano la pizza e finiscono in ospedale per intossicazione: “Siamo stati da Sorbillo”

Napoli, mangiano la pizza e finiscono in ospedale per intossicazione: “Siamo stati da Sorbillo”

Un gruppo di 14 giovani ha accusato sintomi da intossicazione alimentare dopo aver mangiato in una pizzeria napoletana.

Avrebbero riferito di essere stati “da Sorbillo”, ma senza specificare in quale delle numerose pizzerie che portano questo cognome (ce ne sono almeno 4 con questo nome, 2 delle quali in via dei Tribunali).

Ieri sera, probabilmente in seguito a un altro episodio di intossicazione, l’Asl Napoli 1 Centro ha effettuato un controllo nella pizzeria Sorbillo Lievito Madre sul Lungomare, senza rilevare alcuna irregolarità.

Quattordici ragazzi si sono sentiti male, con sintomi come diarrea e vomito, dopo aver mangiato in una pizzeria “da Sorbillo”, a Napoli;

per tutti gli stessi sintomi, riconducibili a una intossicazione alimentare. I primi dieci hanno chiesto aiuto al 118 negli stessi minuti; quattro di loro sono stati portati all’ospedale Vecchio Pellegrini, 3 all’ospedale Fatebenefratelli.

Altri tre hanno invece rifiutato le cure. Poi un altro gruppo di quattro persone si è sentito male  successivamente.

Dopo alcune cure e qualche ora in osservazione i clienti sono stati tutti dimessi, le loro condizioni di salute sono buone.

Ai soccorsi hanno riferito di avere mangiato «nella pizzeria Sorbillo», ma non è chiaro di quale locale si tratti.

È importante spiegare questo passaggio: a Napoli ci sono infatti varie pizzerie Sorbillo. Il nome è lo stesso,  ma i proprietari diversi e in alcuni casi assolutamente indipendenti tra loro, pur se legati da vincoli di parentela.

Contattato da Fanpage.it, Gino Sorbillo, che è il pizzaiolo napoletano più famoso con quel cognome.

(titolare di Gino e Toto ai Tribunali, di Esterina Sorbillo e di Sorbillo al Lungomare).

Ha riferito di non avere nessuna notizia in merito all’intossicazione e di non avere ricevuto né segnalazioni né lamentele da parte dei clienti per quanto riguarda la pizzeria di via dei Tribunali.

«Ci hanno riferito che i ragazzi si sarebbero sentiti male dopo aver mangiato delle fritture – dice – ma noi ai Tribunali non abbiamo questo genere di prodotti sul menu, fatta eccezione per la pizza fritta».