• Ven. Lug 30th, 2021

Morte Libero De Rienzo, si aprono nuovi scenari dolorosi: 

Giovedì 15 luglio 2021 si è spento all’età di 44 anni l’attore napoletano Libero De Rienzo, stroncato da un infarto mentre si trovava nella sua casa romana in zona Madonna del Riposo.

L’INFLUENZA DEL PADRE

Nato a Napoli nel 1977, aveva intrapreso la carriera dello spettacolo sulle orme del padre, Fiore De Rienzo, che è stato aiuto regista di Citto Maselli.

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine in relazione alla morte dell’attore. Il magistrato ha anche disposto l’autopsia.

UNA CARRIERA BRILLANTE

Libero aveva vinto il David di Donatello per il migliore attore non protagonista nel 2002, vestendo i panni di Bart nel film “Santa Maradona”.

Altre due candidature (come attore protagonista e attore non protagonista) sono arrivate nel 2010 e nel 2014, rispettivamente per i film “Fortapàsc” e “Smetto quando voglio”).

SARÀ SEPPELLITO ACCANTO ALLA MADRE

Benché abitasse dall’età di due anni a Roma, Libero De Rienzo era molto legato alla città di Napoli.

Sposato con la costumista Marcella Mosca, lascia due figli di 6 e 2 anni. Dopo i funerali (la cui data non è stata ancora fissata) la salma sarà inumata in Irpinia, accanto alla mamma.

CHI È MARCELLA MOSCA

Marcella Mosca è la moglie di Libero De Rienzo. Originaria dell’isola di Procida, condivideva con il marito la passione per il mondo dello spettacolo e per i set cinematografici.

Ha studiato presso l’Accademia di belle arti di Napoli e, da diversi anni, lavora come costumista, set designer e production designer.

Insieme al marito Libero De Rienzo, nel 2020 aveva condiviso il set di “Fortuna”, il film di Nicolangelo Gelormini.

Molto riservata sulla sua vita privata, è mamma di due bambini: il primo nato nel 2015 mentre il secondo solamente due anni fa.

LE PAROLE DI STIMA PRONUNCIATE DAL SINDACO DI NAPOLI

-“Conoscevo bene Libero, del quale sono un grande estimatore non solo per le sue indiscusse qualità professionali ed artistiche, ma anche e soprattutto per la sua umanità, per la sua radicata cultura e per il suo forte impegno sociale e civile.

Libero viveva a Roma, ma amava Napoli profondamente”.

IL COMMENTO DEL SINDACO DI PROCIDA

– “È una di quelle notizie che lasciano senza parole e con una tristezza profonda e cupa”.

Con queste parole, il sindaco di Procida, Dino Ambrosino, ha commentato la prematura scomparsa dell’attore Libero De Rienzo, il quale era particolarmente legato all’isola.

-“Ho davanti agli occhi le mille scene in cui lo ricordo in giro per l’isola con quello stesso atteggiamento spensierato di tutti i concittadini, con la grande confidenza e serenità di chi fa parte della comunità.

Memorabili i momenti in cui lui ci aiutò a ridare vita al Carcere, contribuendo a riempire di umanità quel Palazzo.

Oppure quando, insieme a noi, si batteva come un leone per difendere il nostro piccolo pronto soccorso”, ha dichiarato il primo cittadino. (di Gabriele G.)