• Mar. Lug 5th, 2022

Doodles news

Sito web del gruppo LIFELIVE E.S.P.J

Morta la star dei social, aveva 29 anni

Morta per causa di un intervento chirurgico: la star dei social aveva 29 anni. Joselyn Mercer, muore in modo assurdo la ‘Kim Kardashian messicana’. Era bellissima e molto giovane, ma Joselyn Mercer, una delle più note sosia della Kardashian, è deceduta a seguito di un imprevisto.

Era diventata famosa come “la Kim Kardashian messicana“, ma purtroppo la giovane Joselyn Cano è morta. Lei aveva solo 29 anni ed era diventata una star dei social proprio per il fatto di essere diventata una perfetta emula della californiana ed influencer più potente del mondo.

La Cano aveva anche aperto un profilo sulla piattaforma OnlyFans, dove moltissime altre ragazze offrono contenuti anche espliciti di loro stesse dietro abbonamenti da parte dei followers.

A causare la scomparsa prematura di Joselyn Cano è stato un intervento chirurgico di chirurgia estetica, risultato però fallito. La giovane aveva intenzione di farsi rassodare i glutei allo scopo di tenerli più sollevati.

Lei viveva a Newport Beach, proprio in California. Il suo decesso risale allo scorso 7 dicembre, con l’operazione che si è svolta in Colombia. La messicana aveva totalizzato quasi 13 milioni di followers solo sul suo profilo personale Instagram.

A diffondere la notizia della scomparsa di Joselyn è stata una amica e collega influencer, Lira Mercer.

Josely Cano, qualcosa è andato storto durante l’operazione

La famiglia della 29enne invece non si è ancora espressa in merito anche se circola un video online che conferma invece la morte della sosia di Kim Kardashian.

L’influencer morta era nata il 14 marzo 1990. Sono tantissimi i messaggi di cordoglio giunti da parte di tantissimi ammiratori ed anche da altri influencer che conoscevano la ragazza. Risulta che l’operazione alla quale Joselyn Cano si era sottoposta fosse la seconda di quel tipo.

E sembra che ci fossero dei rischi legati a questa procedura, legati a degli accumuli di grasso che possono essere iniettati in maniera accidentale in una vena del paziente.

Pare proprio che sia avvenuto questo, con la formazione di coaguli che hanno arrestato la circolazione sanguigna in maniera letale.