A causa del forte maltempo che sta sferzando tutta Italia un albero è caduto e si è schiantato proprio su una tenda dove c’erano due bambine:

la più più piccola, di 3 anni appena, è morta, mentre la più grande (14 anni) è ricoverata in terapia intensiva ed è gravissima.

Loading...

L’incidente si è verificato all’interno del campeggio Verde Mare a Partaccia di Massa Carrara.

MASSA CARRARA

Tragedia in un campeggio a Massa Carrara dove nella notte è deceduta una bambina di 3 anni dopo un notte di terrore in un camping in località Partaccia a Marina di Massa di Carrara.

A causa del maltempo, con piogge e forti raffiche di vento, un albero è caduto andando a schiantarsi sopra una tenda da campeggiatore al cui interno si trovavano due bambine, di 3 anni e di 14 anni, e un’altra di 19 anni.

Ne dà notizia l’AdnKronos.

La più piccola, dopo una sfrenata corsa in ospedale, non ce l’ha fatta ed è morta questa mattina in seguito e le ferite riportate. Gravissima anche l’altra che ora si trova ricoverata in terapia intensiva e lotta tra la vita e la morte.

Le due piccole sono rimaste colpite dall’albero caduto sulla tenda mentre dormivano nel campeggio “Verde Mare”.

Durante un temporale nella notte, con forte vento, il grosso albero è finito sulla tenda occupata dalla famiglia.

Ferito anche un adulto. Sul posto sono intervenute le automediche del 118 da Massa e Querceta, un’ambulanza da Massa, carabinieri e vigili del Fuoco.

È stato richiesto anche l’intervento dell’elisoccorso Pegaso ma non è potuto intervenire per il forte vento.

Intanto in tutta Italia prosegue senza sosta il lavoro delle squadre dei vigili del fuoco.

Al Nord proseguono gli interventi dei vigili del fuoco in Veneto per danni da tromba d’aria e pioggia come alberi caduti e pericolanti, strutture divelte, smottamenti:

a Vicenza raddoppiato il turno di servizio, inviate squadre e automezzi in supporto da Venezia, Treviso e Belluno; a Verona giunti rinforzi da Padova.

Nelle ultime 24 ore tra Lombardia e Veneto oltre 1.000 interventi.

Sono 250 le operazioni di soccorso svolte in Friuli Venezia Giulia dai comandi di Pordenone e Udine, con il supporto dei colleghi giunti da Trieste e Gorizia:

tetti scoperchiati, frane e persone bloccate dall’acqua nelle proprie vetture hanno impegnato i vigili del fuoco per tutta la notte.

In Sicilia, a Macari di San Vito lo Capo, in provincia di Trapani, il vento di scirocco alimenta dalla notte un vasto incendio di vegetazione.

Evacuato il villaggio turistico Baia Santa Margherita e alcune abitazioni.

A Palermo prosegue il vasto incendio nella zona di Altofonte, dove nella notte sono state evacuate un centinaio di persone dalle proprie abitazioni minacciate da vicino dalle fiamme.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *