• Mar. Mag 18th, 2021

Maestra picchia col bastone bimba di 6 anni davanti alla madre, la donna filma tutto

Mag 4, 2021

( di Gabriele G.)  Sono immagini raccapriccianti quelle che ci giungono dalla Central Elementary School di Clewitson, una scuola statunitense nello stato della Florida.

Una madre ha filmato di nascosto il maltrattamento che un’insegnante della scuola, aiutata dalla sua assistente, ha riservato alla sua giovane figlia, diffondendo il video su Internet e rendendo virali queste scene di violenza.

Il motivo che avrebbe spinto l’insegnante a compiere il malsano gesto sembrerebbe essere un danno di 50 dollari arrecato al computer della scuola, la cui colpevole parrebbe essere proprio la bambina.

LE PAROLE INTRISE DI DOLORE DELLA MADRE

“Nessuno avrebbe creduto a quello che ho visto. Ho dovuto sacrificare mia figlia, affinché tutti i genitori possano rendersi conto di cosa succede all’interno di questa scuola”, ha raccontato la donna ai media locali.

La drammatica scena è stata ripresa di nascosto proprio dalla madre, la quale era stata convocata poco prima a scuola per via dell’inconveniente causato dalla figlia.

LA BAMBINA È STATA IMMOBILIZZATA E COLPITA CON FORZA CON UNA PALETTA DI LEGNO

Per punire la bambina di soli sei anni, la folle maestra della scuola elementare Central Elementary School ed una sua assistente si sono rese protagoniste di un gesto assolutamente raccapricciante: le due hanno dapprima immobilizzato la piccola alunna, per poi picchiarla con una paletta di legno.

La madre, convocata poco prima dall’insegnante stessa, è riuscita a mantenere il sangue freddo e a registrare di nascosto l’intera scena con il suo cellulare.

La piccola avrebbe subito l’assurda punizione solamente perché accusata di aver causato un danno di 50 dollari ad un computer.

Attualmente, sia la polizia locale che i servizi per l’infanzia stanno indagando sull’accaduto.

Nel filmato catturato dal telefono della madre si può vedere chiaramente l’assistente scolastica che fa piegare la piccola, in lacrime, su una sedia, mentre la maestra la colpisce diverse volte con una paletta di legno, il tutto sotto gli occhi sconcertati della madre.

LO SFOGO DELLA MADRE

– “Nessuno avrebbe creduto a quello che ho visto.

Ho dovuto sacrificare mia figlia, affinché tutti i genitori possano rendersi conto di cosa succede all’interno di questa scuola. Quando sono arrivata, il preside ha iniziato ad urlare.

L’odio con cui inveiva contro mia figlia mi ha davvero spaventata, cosicché ho deciso di nascondere il telefono e di registrare gli abusi che la mia bambina ha dovuto subire.

Adesso dispongo di prove concrete e posso mostrarle alle autorità”.

Durante il racconto ai media locali, la donna ha anche spiegato che, non parlando bene l’inglese, inizialmente non aveva capito cosa stesse succedendo.

LE DUE DONNE ORA RISCHIANO GROSSO

L’episodio si è consumato lo scorso 13 aprile. La donna ha raccontato di aver portato la figlia da un medico subito dopo l’accaduto, per via dei vistosi segni rossi e delle contusioni presenti sulle natiche della piccola.

L’insegnante, Melissa Carter, ora potrebbe affrontare accuse penali di violenza su minore, al pari dell’assistente scolastica identificata come Cecilia Self.