• Sab. Lug 20th, 2024

Doodles news

Sito web del gruppo LIFELIVE E.S.P.J

Ikea e la Verità Sconvolgente sul Legno Utilizzato per i Mobili

Ikea e la Verità Sconvolgente sul Legno Utilizzato per i Mobili

Ikea è diventato uno dei marchi più riconoscibili a livello globale, soprattutto nel settore dell’arredamento. Tuttavia, di recente, una scoperta inquietante ha gettato ombre sul legno utilizzato per produrre i mobili iconici della famosa catena svedese. Esploriamo insieme i dettagli di questa vicenda.

Ikea e la Scoperta Scioccante sul Legno

Nel corso degli anni, Ikea è diventata sinonimo di arredamento economico e personalizzabile. Ma come riesce l’azienda a offrire prodotti finiti a prezzi così competitivi? La risposta potrebbe risiedere nella scelta del legno utilizzato, e una recente scoperta ha lasciato tutti senza parole.

Ikea ha sempre dichiarato di collaborare con il Forest Stewardship Council® (FSC®) per utilizzare le foreste in modo responsabile e sostenibile. L’azienda ha sempre sottolineato di avere standard elevati, utilizzando legno certificato FSC o proveniente da fonti riciclate. Il legno utilizzato da Ikea proviene da oltre cinquanta paesi, tra cui Germania, Polonia, Russia e Svezia. I tipi di legno più comuni includono pino, faggio, betulla e acacia. Nonostante queste rassicurazioni, una scoperta recente ha rivelato una verità inquietante.

La Verità sul Legno Usato da Ikea

Secondo un’indagine condotta da Greenpeace, sembra che Ikea si rifornisca da aziende che prelevano legno dalle foreste vetuste d’Europa, incluse zone protette dell’Unione Europea. Queste aree sono cruciali per mantenere l’ecosistema intatto, e la loro protezione è di fondamentale importanza. Greenpeace ha evidenziato che i produttori di mobili per Ikea acquistano legno dalle foreste secolari dei Carpazi, comprese aree ad alta protezione come Natura2000.

Le Accuse di Greenpeace

Greenpeace ha pubblicato un rapporto che denuncia la presenza di almeno trenta prodotti Ikea realizzati con legno proveniente da queste foreste protette. Tra i prodotti incriminati ci sono sedie della serie INGOLF e letti e culle per bambini della collezione SNIGLAR, venduti anche in Italia.

Secondo Greenpeace, la deforestazione di queste aree compromette gravemente l’ecosistema, mettendo a rischio specie animali e vegetali e contribuendo alla perdita di biodiversità. Le foreste vetuste sono fondamentali per la regolazione del clima e la conservazione della biodiversità, e la loro distruzione ha conseguenze a lungo termine per l’ambiente globale.