• Sab. Apr 13th, 2024

Doodles news

Sito web del gruppo LIFELIVE E.S.P.J

Giulia Tramontano, l’amante del fidanzato poco fa ha rotto il silenzio

La donna, di nome Laura, ha rivelato una serie di sconcertanti dettagli sulla relazione tra Alessandro e Giulia, gettando nuova luce sulla tragedia che ha scosso la comunità locale. “Alessandro mi aveva detto che Giulia soffriva di disturbo bipolare”, ha affermato Laura, visibilmente scossa durante l’interrogatorio. “Ero preoccupata per lei e volevo assicurarmi che stesse bene, quindi ho deciso di andare a trovarla a casa sua”.

Laura ha descritto un incontro straziante con Alessandro, durante il quale l’uomo le aveva mostrato la camera da letto vuota di Giulia come prova che non fosse in casa. “Mi sembrava strano che Giulia non fosse lì, perché di solito trascorreva molto tempo a casa sua”, ha detto Laura. “Mi ha detto che lei era uscita e mi ha chiesto di aspettarlo nel salotto. Ma qualcosa non andava”.

Durante l’attesa, Laura ha notato uno zaino sul pavimento. Era aperto, e qualcosa di insolito attirò immediatamente la sua attenzione. “Ho visto dei guanti in lattice che spuntavano dallo zaino”, ha rivelato Laura. “Mi ha colpito come una freccia al cuore. Non riuscivo a capire perché Alessandro avesse dei guanti del genere nello zaino”.

In quel momento, Laura ha iniziato a temere il peggio. Ha deciso di investigare ulteriormente e, con coraggio, ha aperto lo zaino. Ciò che ha trovato all’interno ha confermato i suoi sospetti più oscuri. “C’era un kit per il test del DNA falso”, ha detto Laura, ancora scioccata. “Era chiaro che Alessandro stava cercando di dimostrarmi che il bambino che Giulia aspettava non era suo”.

La scoperta ha lasciato Laura sconvolta e confusa. Ha immediatamente preso la decisione di confrontare Alessandro riguardo a ciò che aveva trovato. “Quando gli ho mostrato il kit del test del DNA, ha tentato di giustificarsi”, ha spiegato Laura. “Ha detto che era solo uno scherzo, che non voleva ferire nessuno. Ma io non ci ho creduto. Era troppo strano, troppo inquietante”.