• Dom. Dic 5th, 2021

Fausto Leali squalificato dal Grande Fratello Vip

Alfonso Signorini ha iniziato la puntata facendo una lezione sulle parole e parlando della vicenda con protagonisti Fausto Leali e Enock.

Nel corso della terza puntata della quinta edizione del Grande Fratello Vip Alfonso Signorini ha iniziato facendo una lezione sulle parole e parlando della vicenda con protagonisti Fausto Leali e Enock.

A nulla era valsa l’opposizione del fratello di Mario Balotelli che aveva chiesto al coinquilino di evitare di esprimersi in certi termini perché “altrimenti da casa pensano sia giusto”.

Leali aveva specificato che non avrebbe fatto alcun passo indietro per poi citare, a sostegno della sua tesi, una delle sue canzoni di maggior successo, “Angeli Negri”, brano il cui testo, aveva rivendicato, non l’aveva reso bersaglio di alcuna protesta

Nel corso della puntata il conduttore ha annunciato la decisione del programma di squalificare Fausto Leali.

Fausto Leali e Enock

Il conduttore Alfonso Signorini ha iniziato la terza puntata della quinta edizione del Grande Fratello Vip facendo una lezione sulle parole, indicando un numero che compare sul led:

“47mila sono le parole che nella lingua italiana usiamo ogni giorno e mi hanno insegnato che le parole non sono morte, cambiano continuamente.

Con la parola ne*ro si indicavano gli schiavi e ignorare questa connotazione, oggi, non si può più, non si può non farlo.

Di questo parleremo nella puntata di stasera”.

Poco dopo il conduttore chiama Fausto Leali dicendo: “Immagino tu sappia già di cosa io ti voglia parlare”.

Signorini ricorda quindi quanto successo sabato sera, quando il cantante ha affermato: “Nero è un colore, ne*ro è una razza“.

Durante un confessionale Leali ha manifestato di essersi reso conto delle sue parole e ha dichiarato:

“Pensavo di poter scherzare in amicizia con Enock, ma ho usato una parola che non va bene e sarò molto attento d’ora in poi.

Il razzismo non è una cosa che mi appartiene”.

“Il significato delle parole evolve nel corso degli anni”, ha quindi proseguito Signorini, sottolineando che il modo in cui questa parola veniva utilizzata in passato è cambiato.

“Non possiamo permettere che in un programma come questo, che arriva nelle case di milioni di italiani, una parola come questa possa essere usata con leggerezza, non possiamo permettercelo.

Perché è una parola che richiama all’apartheid”.

Alla fine Enock cerca di risolvere la situazione dicendo: “Io ho conosciuto l’uomo, quindi io perdono assolutamente Fausto Leali“.

Il cantante e Enock si sono quindi abbracciati.