• Lun. Gen 30th, 2023

Doodles news

Sito web del gruppo LIFELIVE E.S.P.J

Cristina Scuccia, la nuova vita è cominciata così dopo l’addio a suor Cristina

“Fidanzata?”. Cristina Scuccia, la nuova vita è cominciata così dopo l’addio a suor Cristina

Cristina Scuccia è tornata a Verissimo. Dopo l’addio alla vita religiosa, l’ex suor Cristina, conosciuta per aver vinto The voice of Italy e aver partecipato al talent di Rai Uno Ballando con le stelle, è tornata in televisione per parlare della sua nuova vita.

“Un po’ mi spaventa essere missionaria e qualcosa di più grande. Io sono una persona umana, ho doni come tutti e delle mie fragilità. – ha raccontato Cristina Scuccia a Silvia Toffanin –

Sì, dopo la nostra intervista mi sento libera. È come se mi fossi tolta un peso di dosso. In qualche modo avevo paura che qualcuno mi riconoscesse e dovessi dare spiegazioni. Non ero ancora pronta. Provando a lavorare con alcune persone qualcuno ha capito. A un certo punto poi mi sono ritrovata a dover accettare il mio passato e andare avanti”.

Cristina Scuccia, ex suor Cristina a Verissimo: “Discoteca e piercing”

Cristina Scuccia ha raccontato della sua nuova vita. Amici, piercing e la prima volta in discoteca: “Con loro ho vissuto la prima volta a bere e a ballare tutti insieme. Com’è andata? Benissimo, ho ballato ed è stato bello. Ho bevuto con amici e sono uscita a cena. Ho nuovi amici ed è stato bello, erano tutte cose nuove. Se mi vedo bellissima? Non te lo dirò mai, perché non lo penso. Certamente sono meno chiusa su me stessa questo sì”.

Una vita nuova, fatta di prime volte. “Il piercing l’ho fatto mesi fa. Era una di queste famose prime volte. Passavamo da un negozio di tatuaggi e ho fatto una cosa che volevo fare da adolescente. E mi sono detta ‘che sarà mai un buchetto’. Mi ha aiutata ad esprimermi”, ha raccontato Cristina Scuccia, parlando anche della prima uscita senza velo.

Una vera emozione per lei. Poi il capitolo amore. “Ma il fidanzato? Siamo tutti curiosi”, ha chiesto Silvia Toffanin. “Piano piano. Sicuramente c’è qualcuno che ci prova, mi guarda, ma voglio andar piano. Devo ancora metabolizzare”, ha detto Cristina.

 

“Se ho avuto un’emozione più grande nell’indossare o nel togliere il velo?

Mettermelo è stata una cosa bellissima. La prima volta che sono uscita in abiti civili è stata strana. – ha raccontato Cristina Scuccia – Ero in Sicilia, avevo i jeans con le catene appese e la madre mi ha detto ‘ma davvero esci così’. Perché io sono un po’ rockettara. L’abito esprime quello che hai dentro. Feci km e km di strada e mandavo emoticon con le farfalle a chiunque. Mi sentivo come se stessi sbocciando. Tutta quella strada che percorrendola mi ha fatto scrollare cose di dosso”.